Supino: la Vetreco festeggia 4 anni senza infortuni sul lavoro

È stato un evento particolare quello che si è svolto a Supino nello stabilimento Vetreco per festeggiare un traguardo ambizioso e invidiabile: quattro anni senza infortuni sul lavoro.

In questa azienda, che produce e vende alle aziende del settore del vetro per alimenti rottame di vetro derivato dalla raccolta differenziata di numerosi (migliaia di) Comuni del nostro Paese, tutte le maestranze nei giorni scorsi hanno celebrato questo grande record, frutto della loro attenzione professionale e del loro senso di responsabilità individuale e collettivo, in un’atmosfera inusuale in altri tempi, ma purtroppo necessaria e utile in questo periodo segnato dal Covid-19.

vetreco supino
I dipendenti dello stabilimento Vetreco

All’aperto sul piazzale dell’azienda, distanziati e muniti di mascherine, hanno ascoltato il breve intervento del loro direttore generale, Giuseppe Tozzi, che, come tutti loro, non ha nascosto la soddisfazione sua personale come quella degli azionisti (Ardagh, Verallia e Zignago) per un risultato che “rischia” di collocarsi tra i migliori in assoluto nell’ambito industriale, locale e non solo.

L’importanza della sicurezza

E, come ha sottolineato il numero uno della società, anche l’organizzazione “speciale” dei festeggiamenti è un segnale ulteriore della cultura della sicurezza, che tutte le persone che lavorano in Vetreco, hanno saputo applicare anche per la prevenzione degli effetti della pandemia nei luoghi di lavoro.

vetreco

Infatti l’azienda, in sintonia con gli operai ed i capi, ha, fin dall’insorgere di tale grave emergenza, definito tutte le procedure utili a contrastare il contagio, ne ha informato in modo capillare i dipendenti, il personale delle ditte esterne e tutti i visitatori, controllandone l’applicazione. E ad oggi nessun caso di contagio si è verificato all’interno dello stabilimento.

L’azienda

Vetreco, che ha iniziato la sua attività industriale a Supino nel 2013, ha concluso l’anno 2020 con risultati estremamente positivi e con un’occupazione stabile nonostante la situazione generale complessa e difficile. Tra la fine del 2020 e l’inizio di quest’anno sono stati completati gli investimenti, per ulteriori 5 milioni di euro, per l’ottimizzazione delle capacità produttiva e della qualità del prodotto finito. E che hanno anche confermato l’azienda come il più importante impianto di riciclo del vetro del Centro-Sud dell’Italia ed uno dei più rilevanti in Italia.

shares