Stazioni sicure: il bilancio post-festività della polfer

Nel periodo festivo appena trascorso, il Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio ha disposto l’intensificazione delle attività di vigilanza all’interno dei principali scali ferroviari della Regione e a bordo di numerosi treni viaggiatori. Intensificazione che quest’anno non è stata solo tesa alla prevenzione e repressione dei reati, ma che è stata anche legata al rispetto delle misure anti contagio.

Gli esiti

Tra Natale e Capodanno il personale Polfer ha proceduto a controllare 55.872 persone, ha arrestato 3 persone e ne ha indagate 17. Ha rintracciato 3 minori ed elevato 18 contravvenzioni amministrative. Sono stati svolti complessivamente 1.240 servizi di vigilanza e 73 servizi di antiborseggio nelle stazioni, sono state impiegate 94 pattuglie per la vigilanza a bordo di 160 treni viaggiatori e 100 pattugliamenti lungo le linee ferrate, controllati 26 veicoli.

Particolare rilievo ha assunto l’operazione ‘Stazioni sicure’, svoltasi il 30 dicembre, promossa su scala nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria ed incentrata sul rafforzamento delle attività di controllo straordinario del “territorio ferroviario”, con l’uso di smartphone, e con la partecipazione delle unità cinofile della Polizia di Stato antiesplosivo e antidroga per un controllo mirato di bagagli, dei depositi in stazione e dei passeggeri.

Gli interventi

Tra i principali risultati: nel pomeriggio del 23 dicembre i poliziotti del Posto Polfer di Colleferro, in collaborazione con il personale del locale Commissariato, hanno arrestato una cittadina italiana di 28 anni per il reato di  detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. All’atto del controllo è stata trovata in possesso di oltre 20 dosi di cocaina confezionata e nascosta nel marsupio, pronta per essere spacciata. Anche i controlli estesi all’abitazione hanno portato al rinvenimento di altra sostanza stupefacente con tutto il necessario per il taglio ed il confezionamento, più la somma di circa mille euro in contanti, probabilmente frutto dello spaccio.

 Nel tardo pomeriggio del giorno di Natale, un cittadino georgiano di 43 anni è stato arrestato dagli agenti della Sottosezione Polfer di Roma Tiburtina per inottemperanza al divieto di ritorno in Italia a seguito dell’allontanamento dal territorio nazionale emesso l’anno scorso dalla Questura di Roma. Lo straniero, processato per direttissima, è stato condannato a cinque mesi di reclusione.

 Il 28 dicembre un cinquantaduenne italiano è stato rintracciato ed arrestato dalla pattuglia della Polizia Ferroviaria nella stazione di San Pietro, perché aveva un mandato di cattura, dovendo espiare tre anni e 1 mese di reclusione per i reati contro il patrimonio, stupefacenti ed armi.

Buon inizio d’anno per un cagnolino che, scappato dal recinto della sua casa per il frastuono dei botti di fine anno, si è riparato su un convoglio ferroviario in partenza da Zagarolo. Il Capotreno,  accortosi dell’animale, ha contattato gli agenti della Polizia Ferroviaria di Frosinone che hanno preso in consegna la bestiola spaventata. Grazie al microchip, è stato rintracciato il proprietario che si è recato negli uffici della Polizia per riportare a casa il suo fedele amico a quattro zampe.

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE

Redazione ha 8294 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Redazione