L’Accademia di Belle Arti sigla una convenzione con il Camusac

Siglata una convenzione didattico-scientifica tra l’Accademia di Belle Arti di Frosinone e il Camusac, il Museo di Arte Contemporanea di Cassino. A sottoscriverla la direttrice dell’Accademia, Loredana Rea, e il presidente del Museo Sergio Longo.

Cosa prevede

Una collaborazione importante tra le parti, finalizzata ad un’attività di ricerca delle arti visive e che consentirà agli studenti dell’Accademia di avere un primo importante approccio nell’organizzazione di esperienze espositive e, più in generale, di partecipare a stage e seminari collegati al loro corso di studi e a programmi di ricerca nell’ambito della comunicazione museale, delle arti visive e delle nuove tecnologie applicate alle arti.

Esercitazioni e progetti utili alla crescita didattica, umana e professionale degli studenti, che attraverso l’importante convenzione avranno la possibilità di mettere in pratica quanto imparato durante le lezioni e i laboratori.

accademia belle arti frosinone il corriere della provincia
Il palazzo Tiravanti che ospita l’Accademia di Belle Arti di Frosinone

La durata della convenzione è di tre anni. L’Accademia di Belle Arti designerà di volta in volta un referente scientifico per ogni attività svolta, mentre per il CAMUSAC la referente sarà la direttrice Brunella Longo.

Insieme per amore dell’arte

Un’opportunità unica in una struttura completamente dedicata all’arte contemporanea e relativamente nuova. Il Camusac è nato infatti nel 2013 ed accoglie, come si legge nel sito internet dello stesso museo, “la collezione permanente privata della Fondazione Camusac, esito di una metodica raccolta di opere d’arte compiuta nel corso di oltre venticinque anni” e che “ha l’intento di contribuire alla crescita e allo sviluppo culturale del territorio del Lazio Sud, che già vanta numerosi siti di interesse archeologico, storico e religioso”.

camusac cassino
Il Camusac di Cassino

Oltre alla collezione permanente, all’interno dello stesso museo sono periodicamente organizzate delle esposizioni di personalità artistiche significative del XX e XXI secolo, oltre a conferenze, seminari di ricerca, convegni, laboratori e visite guidate.

shares