Stella (Marco Corsi Sindaco): “L’appello semiserio al voto di Caligiore? Paura”.

“Pur avendo una lunga esperienza politica, non ricordo di un candidato sindaco che lancia un messaggio agli elettori del tipo “Fatemi vincere al primo turno perché risparmierete tempo e denaro”. Una vera boutade comunicativa e mediatica di facile comprensione, considerato l’andamento della campagna elettorale cittadina, che la dice lunga sull’umore “nero” e sulla tensione crescente che attanaglia le fila della coalizione guidata da Caligiore e Ruspandini. È la dimostrazione che hanno paura”. Lo evidenzia Angelino Stella, candidato al consiglio comunale con la lista Marco Corsi sindaco.

L’intervento

“Per settimane, mesi, hanno deriso l’avversario Marco Corsi, considerato alla stregua di un ectoplasma, di un’entità invisibile, che invece si sta materializzando giorno dopo giorno come il loro incubo peggiore prossimo venturo. Questo formidabile recupero di consensi della coalizione a sostegno di Corsi si tocca con mano quando si ci confronta con la gente, ed è l’ennesima dimostrazione che quando si governa male o non si governa affatto, così come avvenuto nei lunghi 4 anni di governo comunale a guida Caligiore, i nodi vengono sempre al pettine”.

L’analisi

Nel 2015 i ceccanesi, spinti dalla voglia di cambiare e con un vero plebiscito, diedero credito alle promesse programmatiche della diarchia Ruspandini-Caligiore. Promesse importanti tra cui la cacciata del gestore idrico Acea Spa, il rilancio dell’economia cittadina, l’istituzione di un fondo economico comunale a disposizione di indigenti e disoccupati e tanto altro ancora, compreso il rilancio del quartiere Di Vittorio, delle contrade e la rinascita del centro storico. Tutto questo non è avvenuto pur avendo avuto più di 1500 giorni di governo per attuarle. Anzi, in questo lasso di tempo il “Sindaco padrone”, secondo il nomignolo forgiato dai 5 ex consiglieri di maggioranza che lo hanno lasciato solo a cavalcare il suo destino politico disarcionandolo rovinosamente lo scorso anno, ha dimostrato non solo di non saper guidare il suo esercito nel consiglio comunale, ma anche di non comprendere i reali bisogni della comunità cittadina”.

“In verità c’è un altro punto del programma Caligiore di cui si sono perse le tracce che mi addolora. Mi riferisco alla nomina di una commissione scientifica d’inchiesta ambientale di largo respiro, tesa ad individuare eventuali siti pericolosi per la salute della gente, ma soprattutto l’istituzione del registro dei tumori, considerata l’altissima incidenza delle neoplasie tumorali sul territorio. Lo scrivente ha combattuto per decenni per raggiungere tali obiettivi, anche candidandosi due volte a sindaco per non dover chiedere il permesso a nessuno per poterli attuare. Purtroppo non riuscendoci. La comunità, non volendo, ha sottovalutato il mio messaggio non dandomi il necessario consenso per realizzarli”.

L’invito

“Mi sono di nuovo messo in gioco forse solo per questo, grazie a Corsi, in quest’ estate da dimenticare, e mi auguro che questo mio desiderio possa tramutarsi in realtà per scoprire una volta per tutte se la nomea negativa di Ceccano nelle istituzioni sanitarie regionali sia solo frutto di maledette coincidenze o invece di gravi effetti ambientali scatenanti legati al territorio. Questo potrà avvenire solo se Marco Corsi diventerà sindaco di Ceccano. Invito la cittadinanza ad evitare che la richiesta semiseria di Caligiore possa avverarsi e a dare il consenso a Marco Corsi e ai candidati delle sue liste per provare a cambiare la città una volta per tutte”.

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE

Redazione ha 8294 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Redazione