Cassino, stop interventi al S.Scolastica: la minoranza chiede un Consiglio con l’assessore regionale D’Amato

La notizia del fermo degli interventi chirurgici all’ospedale ‘Santa Scolastica’ di Cassino ha suscitato la reazione dell’opposizione consiliare di Cassino.

Il consigliere comunale Luca Fardelli, infatti, ha presentato un documento, nel corso della conferenza dei capigruppo, attraverso il quale si chiede la convocazione della Conferenza dei sindaci del Cassinate, alla quale invitare anche la Dirigenza della Asl, per far luce su quanto sta accadendo e una seduta di Consiglio comunale aperto, alla presenza dell’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato.

Il contenuto del documento

“Si apprende dalla stampa locale e dalle numerose sollecitazioni ricevute da parte di familiari di persone in lista di attesa per interventi chirurgici e/o di pazienti fratturati ricoverati presso il P.O. ‘Santa Scolastica’ che le sedute di sala operatoria risultano sospese per la grave carenza di medici anestesisti”. 

“Tale situazione risulta essere paradossale se solo si pensa che gli interventi di elezione risultano essere sospesi già da circa 3 mesi a seguito della grave crisi pandemica che ha interessato anche la nostra provincia e che ha visto i nostri ospedali, con tutti gli operatori in servizio, impegnati a far fronte a tale situazione”.  

“Dalle notizie assunte risulta che nel corso dell’ultima settimana risultavano ricoverati ben 15 pazienti fratturati in attesa di intervento e tutto questo fortemente in contrasto con le linee guida emanate dalla Regione Lazio le quali prevedono, relativamente alle fratture di femore, l’effettuazione del trattamento entro le 48 ore successive all’accadimento”. 

luca fardelli il corriere della provincia
Luca Fardelli

“Non si riesce d’altronde a concepire – continua Fardelli – come a fronte di un aumento dei posti di rianimazione non si sia proceduto al potenziamento/arruolamento del personale medico anestesista che oggi risulta carente.  Nei mesi precedenti ho già avuto modo di sollecitare il Consiglio Comunale di Cassino con un mio precedente ordine del giorno (settembre 2019) approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale nella seduta 28 novembre 2019 nel quale invocavo una maggiore attenzione nei confronti della difesa e del potenziamento della nostra struttura ospedaliera”.

“A distanza di pochi mesi il risultato registrato in merito alla offerta sanitaria è purtroppo da considerarsi totalmente negativo. Un simile contesto oltre a creare notevoli difficoltà nei confronti pazienti affetti da morbilità grave e/o in situazioni di urgenza, e di rimando quindi nei confronti dell’intero nucleo degli affetti familiari, andrà ad incidere notevolmente nei confronti della “casse” della nostra Azienda Unità Sanitaria Locale che sarà chiamata a versare i corrispettivi relativi ai DRG per gli interventi effettuati in regime di mobilità sanitaria passiva presso le strutture ospedaliere extra regione, naturale sbocco di un territorio ai confini provinciali come il nostro”.

alessio d'amato assessore regionale sanità il corriere della provincia
L’assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato

 

Le richieste

A chiedere spiegazioni, insieme a Fardelli, anche Salvatore Fontana, Giuseppe Golini Petrarcone e Massimiliano Mignanelli, che hanno fortemente chiesto un impegno, da parte dell’Amministrazione comunale, per fare chiarezza su quanto sta accadendo.

“Tutto quanto sopra esposto – si legge al termine della nota – al solo fine della difesa della struttura ospedaliera e del diritto alla salute dei cittadini di Cassino e del Cassinate il Consiglio Comunale di Cassino impegna e da mandato al Sindaco della Città di Cassino a: 

  1. Convocare urgentemente la Conferenza dei Sindaci del Cassinate con la presenza della Dirigenza Strategica della ASL di Frosinone al fine di verificare ogni utile azione tendente al ripristino, nel tempo più celere possibile, del diritto alla salute dei nostri cittadini mediate la riattivazione ed il potenziamento, come già più volte richiesto, di tutti i servizi sanitari in essere prima della sospensione dovuta alla pandemia.
  2. Invitare l’Assessore Regionale alla Sanità, On. Alessio D’Amato, ad intervenire, nel più breve tempo possibile, ad una seduta di Consiglio Comunale aperto ai Sindaci del Cassinate dedicato ai problemi della sanità.

La risposta

Il presidente del Consiglio comunale di Cassino, Barbara Di Rollo, ha accolto la richiesta impegnandosi a convocare l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, per avere chiarimenti e risposte in merito.

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE

Redazione ha 8294 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Redazione