Moschea di Frosinone, l’appello del Prefetto per una soluzione

Il caso della Moschea di Frosinone finisce al centro degli auguri natalizi del prefetto Portelli. L’ufficiale di Governo, nel corso del suo intervento, ha sollecitato l’amministrazione comunale all’individuazione di una soluzione. Prima di arrivare al punto della questione, ha ricordato che monsignor Cella fu la sua guida spirituale. “Caso ha voluto che io sono stato mandato a fare il Prefetto, nella città in cui lui è stato Vescovo”.

L’intervento

“Sono stato educato all’idea che ciascuno preghi il proprio Dio, come vuole e nei luoghi appropriati. Siamo a Natale e colgo l’occasione per dire che bisogna essere più ragionevoli. La nostra Costituzione – ha fatto notare il dottor Portelli – evidenzia che la libertà religiosa comprende anche quella di culto. E quindi anche il diritto di avere spazi adeguati per poterla esercitare. È, pertanto, compito delle istituzioni dare una risposta”.

L’invito

La regole da seguire sono: parcheggi, terreno pianeggiante e aree di sgombro. Se poi una comunità religiosa è stata indotta ad acquistare un terreno in maniera errata, non può per questo essere bistrattata. Spero che il Comune metta a disposizione un posto adeguato, magari anche facendo una permuta di terreno, e si chiuda una polemica dispettosa e fuorviante. Si affermino, quindi,  i principi costituzionali, affinché ciascuno, come accade nelle democrazie occidentali evolute, libere e civili, possa pregare il proprio Dio in un luogo adeguato e senza dispetti”.

 

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE

Redazione ha 8294 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Redazione