Paliano: anziani insegnano ai bambini come piantare gli ortaggi

Un progetto giunto al terzo anno e promosso dagli assessorati all’Agricoltura e alle Politiche Scolastiche e Sociali. È quello che ha visto protagonisti, nelle giornate di lunedì 15 e mercoledì 17 aprile, alcuni soci del Centro sociale anziani che hanno insegnato la piantumazione di ortaggi ai bambini della scuola dell’Infanzia dell’Istituto Comprensivo di Paliano.

I piccoli alunni hanno scavato buche nel terreno, piantumato e annaffiato le nuove piantine mentre recitavano filastrocche e canzoncine con la collaborazione dei ‘frutti animati’, impersonati da Morena Ercoli e Antonella Pontarelli dell’associazione ‘Le Rocambole’ e Sara Barosini.

L’assessore Campoli: insegnare il rispetto per l’ambiente

Presente e partecipe all’attività l’assessore Eleonora Campoli, che ha sottolineato l’importanza per i bambini dell’osservazione e la manipolazione della natura: “I piccoli – ha detto – potranno veder crescere le piantine nel giardino  della scuola e magari, come lo scorso anno, anche assaggiare i prodotti coltivati. Inoltre il progetto, oltre che educare al rispetto dell’ambiente, ha il pregio di favorire il dialogo intergenerazionale”.

 

progetto anziani bambini paliano il corriere della provincia
Progetto educativo tra anziani e bambini a Paliano

 

“I bambini infatti hanno lavorato con i nonni/coltivatori e attraverso il gioco hanno potuto apprendere tradizioni e saperi riscoprendo quanto sia importante avere cura e rispetto della terra. Un ringraziamento ai nonni Francesco e Gabriele e alle animatrici Morena, Antonella e Sara”.

Il sindaco Alfieri: il valore del rapporto tra generazioni

“Il progetto – ha commentato il sindaco Domenico Alfieri – è un’ottima occasione in cui si vive l’intergenerazionalità e la condivisione di momenti educativi e ludici fra anziani e bambini. In una società in cui il rapporto con le generazioni precedenti non è più così scontato, il plusvalore di questa iniziativa è lodevole. Ringrazio, dunque, l’Istituto Comprensivo per aver sostenuto il progetto e i soci del Centro sociale anziani per la disponibilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares