Aquino, la Regione concede lo stato di calamità

Nei mesi scorsi la città di Aquino, come altri centri del territorio, è stata interessata e colpita da una sequela di violenti nubifragi che avevano causato ingenti danni sia alle strutture pubbliche che a quelle private.
Giova ricordare, infatti, che molte strade, specie nell’area denominata “Canapine”, sono state inondate da detriti e molto fango misti all’acqua accumulata dalle abbondanti precipitazioni, ben oltre la norma, che aveva, inevitabilmente invaso locali siti ai piani terra e i piani interrati. Si è aggiunto, inoltre, il vento burrascoso che, di fatto, aveva divelto numerosissimi alberi di alto fusto e danneggiato infrastrutture abitative.
Su proposta del sindaco Libero Mazzaroppi, la Giunta Comunale di Aquino aveva, immediatamente, predisposto un atto deliberativo, dichiarando lo stato di calamità naturale, allo scopo di chiedere alla Regione Lazio di farsi carico della delicata e devastante situazione verificatasi e di accordare l’istanza prodotta riconoscendone le veridicità.
L’amministrazione Mazzaroppi, quindi, prima tra tutte si è fatta trovare pronta nel fronteggiare la situazione di pericolo impegnandosi su diversi fronti sia a livello di prontezza operativa e di soccorso ai cittadini, sia nel non trascurare le legittime aspettative di quanti avevano subito danneggiamenti e danni di produzione in quanto impegnati, prevalentemente, in comparti agricoli più esposti all’andamento meteorologico.
Con due atti di Giunta  ha, di fatto, prodotto le istanze di riconoscimento dello stato di calamità naturale che il Presidente Nicola Zingaretti, fatte le dovute e opportune istruttorie, ha accordato apponendo la sua firma al decreto.

La soddisfazione del sindaco

“Dopo aver appreso della firma del decreto, pubblicato sul Burl della Regione Lazio, il primo cittadino aquinate ha dichiarato:” ringrazio il Presidente e la Regione perché, insieme, abbiamo reso un utile servizio ai cittadini. Possiamo tirare un sospiro di sollievo in quanto i danni arrecati dal violento nubifragio che, peraltro, seguiva di pochi giorni quello che si era localizzato solo sulla nostra Città, generando un vortice depressionario ripreso da siti meteorologici europei altamente specializzati, erano assolutamente notevoli. Già in quei giorni – continua il Sindaco Mazzaroppi – come fu messo in evidenza anche dagli organi di informazione, il Comune di Aquino stesso subì dei danneggiamenti notevoli causati dal maltempo, il più significativo dei quali è stato registrato all’impianto fotovoltaico della Scuola Mazzaroppi, realizzato da pochissimo tempo, divelto dalla furia del nubifragio ed oggi inutilizzabile. La nostra attenzione – conclude Mazzaroppi – come evidente, dà sempre buoni frutti e per questo, anche nelle avversità, continueremo ad agire ponendoci come primo obiettivo la salvaguardia del territorio e la tutela della sicurezza dei nostri concittadini”.

Le parole di Gabriele

“Con questo riconoscimento – dichiara il Presidente del Consiglio Gabriele, delegato all’Ambiente – ai sensi della normativa di settore e seguendo, alla lettera, le indicazioni e i dettami impartiti dalla legge, potremo azionare, e con noi i cittadini danneggiati, le iniziative più idonee ed opportune per ottenere un ristoro o un aiuto economico e finanziario che aiuti a ripristinare le opere e le infrastrutture non più in essere o funzionanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares