Cassino: finisce in carcere per estorsione, incendio e porto abusivo darmi

In esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Roma, i Carabinieri della Stazione di Cassino hanno arrestatoD.S.M., di anni 20,.

Diversi i reati di cui si sarebbe macchiato: estorsione, incendio doloso, danneggiamento e porto abusivo di armi. Dovrà scontare 4 di reclusione per fatti accaduti durante il 2019 a Cassino.

L’Autorita giudiziaria., dichiarando inammissibile il ricorso presentato alla sentenza di condanna emessa nei suoi confronti dalla Corte di Appello di Roma, ha disposto la sua traduzione presso la Casa Circondariale di Isernia per l’espiazione della pena.

shares