Covid, il sindaco di Frosinone: prudenza senza leggerezze

“In questi giorni, sta riprendendo, pian piano, il ritorno alla normalità, dopo un anno e mezzo di privazioni, di timori, oltre che di quei lutti che non possiamo dimenticare. Le piazze, i parchi pubblici e le strade sono piene di giovani, di anziani e di famiglie che, per troppo tempo, sono rimasti in ostaggio di un lockdown assolutamente necessario e che ha dato, evidentemente, buoni risultati. Adesso, però, non ripetiamo l’errore dello scorso anno quando, con troppa leggerezza, avevamo pensato che il problema fosse definitivamente risolto, facendo venir meno usi e abitudini, come il lavaggio frequente delle mani, mascherine ove necessario e un minimo distanziamento, che dovranno, invece, accompagnarci per combattere le varianti ancora in circolazione”.

Invita alla massima prudenza il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani. Che prosegue: “È bene ricordare, come sottolineano i responsabili della Asl, che la vaccinazione, doppia o tripla che sia, non elimina la patologia con certezza assoluta ma attenua di molto le conseguenze negative, soprattutto sotto il profilo della tutela della vita, pur non costituendo un salvacondotto da invocare per ogni situazione”.

La raccomandazione

“E allora, nelle passeggiate a corso della Repubblica, in via Aldo Moro, nella zona Scalo, a Madonna della Neve o ai Cavoni, oltre che alla Villa comunale o al Parco del Matusa, riconquistiamo le aree importanti per la nostra socializzazione, tenendo sempre presente che la partita è ancora lunga, e il miglior modo, per non richiudere tutto, è quello di utilizzare la massima cautela e accortezza per tutelare il bene della vita, che è nostro e anche degli altri”.

shares