San Giovanni Incarico: parte il ‘Progetto Toponomastica’

La toponomastica rappresenta – ha dichiarato il sindaco Paolo Fallone – l’identità di un paese e, nello stesso tempo, diventa fondamentale per la sicurezza in ordine al soccorso per una certa e rapida identificazione dei luoghi. Riordinare i numeri civici e la segnaletica stradale, con le indicazioni delle vie, restituisce al territorio in modo puntuale, in ordine alla sicurezza, la possibilità di identificare i luoghi e le abitazioni con tempestività”.

Così il sindaco di San Giovanni Incarico, Paolo Fallone.

“Non si tratta solo di assegnare un aspetto più ordinato al territorio ma, soprattutto, consentire un soccorso immediato nelle situazioni di emergenza con la possibilità di erogare i diversi servizi con efficacia ed efficienza. Un beneficio – prosegue Fallone – che conferisce al territorio un valore aggiunto sulla celerità e sulla qualità degli interventi da mettere in campo sia via ordinaria che straordinaria. A questo progetto si aggiungerà, inoltre, la intitolazione di vie e luoghi a personaggi illustri che hanno contribuito alla crescita socio-culturale e politica del territorio. Questa, come tutte le iniziative, evidenzia la coesione politica dell’intera amministrazione comunale che lavora, quotidianamente, per il bene del paese mettendo in campo iniziative che hanno l’obiettivo di erogare e rafforzare i servizi al cittadino”.

Paolo Fallone sindaco San Giovanni Incarico il corriere della provincia
Il sindaco di San Giovanni Incarico Paolo Fallone

Nei prossimi giorni, con il coordinamento della Polizia Locale e la Protezione Civile, i ragazzi del Servizio Civile Universale dotati di pettorina e tesserini identificativi busseranno alle vostre porte per la consegna del numero civico. Saranno loro a spiegarvi il tutto con la loro cordiale disponibilità che sono certo sarà ricambiata da tutti. Indosseranno anche i dispositivi di sicurezza anti Covid per procedere, con tranquillità, nelle operazioni programmate.

“Per questo – conclude il sindaco Paolo Fallone – ringrazio tutti a partire dal comandante della Polizia Locale Franco Buonora, i volontari del Sevizio Civile Dennis Andreozzi, Matteo Pellegrini, Giorgia Federici e Matteo Sabetta che si sono messi a disposizione per il progetto. Ringrazio, infine, Paolo Sabetta coordinatore dei quattro ragazzi del Servizio Civile. Non ci fermeremo qui perché andremo avanti con altre e numerose iniziative e progetti come sempre a servizio dei cittadini”.

shares