Consorzio unico del Lazio, il Tar respinge i ricorsi: c’è il via libera

Consorzio unico del Lazio, via libera. Il Tar del Lazio ha rigettato i ricorsi avanzati dal Comune di Frosinone e dai consorzi Cosind e Roma Latina

La decisione

I giudici hanno stabilito che “la materia dell’industria, che ricomprende la tematica dei Consorzi Industriali, compete in via esclusiva alle Regioni”. Per questo hanno sentenziato che fosse “non manifestamente fondata la questione di legittimità costituzionale della legge regionale 7/2018”. 

Ecco cosa potrà fare

Il Consorzio industriale unico del Lazio, al cui vertice ci sarà Francesco De Angelis, avrà numerosi compiti, tra i quali la ricerca degli investitori, anche al di fuori del proprio territorio di competenza, il supporto alla Regione nell’esercizio della funzione di punto unico di contatto delle iniziative di investimento, il sostegno alla diffusione di reti di telecomunicazione e di servizi telematici alle imprese operanti in zone di digital divide rispetto agli obiettivi europei, la promozione di aree produttive ecologicamente attrezzate (Apea), l’erogazione di servizi ad alto valore aggiunto per le imprese, la gestione di incentivi e contributi, la predisposizione della mappatura analitica della aree disponibili.

Il collegato votato dal consiglio regionale del Lazio attribuisce al Consorzio anche la possibilità di esercitare le funzioni di stazione appaltante. Gli organi del consorzio sono: l’assemblea generale

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE

Redazione ha 8294 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Redazione