Paliano – L’assessore Eleonora Campoli aderisce a Base Riformista. “Pompeo? Esempio di concretezza politica”

Condividi la notizia!

“Sono emozionata. Perché quello che stasera inizia è un nuovo percorso all’interno del Partito Democratico al quale – è bene precisarlo – io e il mio gruppo restiamo saldamente ancorati. Da oggi lo saremo ancora di più e questo grazie alla guida del presidente Antonio Pompeo, che non solo è un esempio di amministratore concreto e responsabile, interprete quotidiano dei bisogni del territorio ma è anche la dimostrazione che quando la politica incontra l’amministrazione e dialoga con essa, tutta la collettività ne beneficia“.

lulli campoli pompeo
Da sinistra Giordano Graziani, Massimo Lulli, Eleonora Campoli e Antonio Pompeo

Giovane, entusiasta, motivata. Ma anche determinata, desiderosa di fare per gli iscritti e per i suoi concittadini, di contribuire attivamente all’interno del partito con idee e progetti che siano un reale valore aggiunto. Eleonora Campoli, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Paliano, lo ha detto ieri sera, al teatro di piazza XVII Martiri, insieme al presidente del circolo Pd di Paliano, Massimo Lulli; al vice segretario Giordano Graziani e alla presenza del presidente della Provincia e leader di Base Riformista, Antonio Pompeo. Da lì ha lanciato il suo nuovo impegno nella casa di Base Riformista.

“Partecipare alla ricostruzione democratica – sono state le parole della Campoli – è un percorso che ho intrapreso da tempo, caratterizzato da dialogo, confronto e sintesi. Da oggi voglio farlo accanto a chi, come Antonio Pompeo, crede fortemente nel grande lavoro degli amministratori locali, della loro capacità di essere primi e diretti interlocutori dei bisogni delle comunità ma, soprattutto, che crede nella buona politica e in quel Pd che fa delle sue tante peculiarità il punto di forza per l’unità”.

Anche il presidente Massimo Lulli non ha mancato di sottolineare l’importanza del lavoro di squadra e la necessità di farlo in un contesto di assoluto interscambio: lui, ribattezzato il ‘facilitatore’, ha guidato il gruppo palianese a trovare la sua più naturale collocazione all’interno dell’alveo democratico. Il vicesegretario Graziani, invece, ha evidenziato come il partito abbia bisogno del contributo dei giovani, della loro freschezza, della voglia di innovare ma anche di quella che raccoglie l’eredità dei ‘senior’ e la trasforma in ‘esperienza al futuro’.

Le conclusioni, tra gli applausi, sono state del presidente Pompeo che ha spinto proprio sulla necessità di valorizzare i giovani e aiutarli a crescere in un percorso politico che tenga conto delle esigenze del territorio e di chi, nei valori di questo partito, si vuole riconoscere.

antonio pompeo a paliano
Un momento dell’intervento di Pompeo

“Ringrazio Eleonora per la sua attestazione di stima, fiducia ed entusiasmo – ha esordito Pompeo – ma soprattutto per il grande lavoro che sta facendo per la città di Paliano: quando un amministratore è costantemente presente tra la gente, cerca di dare risposte ma, soprattutto, ascolta le esigenze dei cittadini, beh, sta realizzando la missione più delicata e importante che si possa portare a compimento. Se oggi siamo qui – ha proseguito Pompeo – non è certo per ostacolare il progetto di qualcuno: piuttosto è per rafforzare il nostro, all’interno del Partito Democratico che è uno e uno soltanto. Ma sono anche convinto che un progetto, per essere forte e per crescere, debba essere alimentato da diverse sensibilità. Il pluralismo è un valore aggiunto se poi si ha l’intelligenza di fare sintesi, di trovare nelle differenze il punto di equilibrio”.

E ancora la strenua difesa degli amministratori locali, in particolar modo durante il periodo della pandemia, come figure garanti della pace sociale. E la preziosa occasione rappresentata dalle risorse del Pnrr: “Cinquanta miliardi degli oltre 200 messi a disposizione dall’Europa – ha detto Pompeo – saranno gestiti direttamente dagli ottomila comuni italiani e non possiamo assolutamente perdere questa opportunità: entro il 2026 dobbiamo chiudere e rendicontare la messa a terra di questi fondi”.

In chiusura l’idea della Provincia come ‘Casa dei Comuni’, che mette a disposizione dei territori servizi importanti come la Stazione Unica Appaltante per le gare e per i concorsi, di cui Pompeo ha parlato, nei giorni scorsi, anche a Parma dove si è svolta la XXXVIII Assemblea nazionale di Anci. “Chi fa politica e fa amministrazione in prima linea – ha chiosato – ha bisogno del sostegno dei cittadini e oggi, con l’ingresso di Eleonora in Base Riformista, il gruppo cresce in qualità, per le sue innegabili doti di amministratrice in un campo delicato quale quello del sociale e in quantità di consensi. Sono queste le risorse di cui abbiamo bisogno e di cui si deve arricchire sempre di più il Partito Democratico”.

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE