Battaglini (FdI): “Conte attacca le opposizioni, nel frattempo gli italiani aspettano aiuti”

Condividi la notizia!

“Il Premier è sempre più solo al comando e probabilmente la cosa lo innervosisce. Utilizzare le reti unificate per attaccare le opposizioni, a prescindere da come la si pensi, è un atto di regime e codardia, visto che non c’è il diritto di replica”. L’affondo è di Samuel Battaglini, esponente di Fratelli d’Italia e vicepresidente nazionale di Anci Giovani.

“In un momento così delicato ci si aspettava l’annuncio di misure concrete a sostegno di imprese e famiglie ed invece Conte, oltre ad annunciare la proroga delle misure restrittive fino al 3 maggio, attacca Meloni e Salvini a colpi di fake news. La ratifica del Mes, avvenuta nel 2012 sotto il Governo Monti – continua Battaglini – fu approvata con i voti di parte del Pdl e di tutto il Pd, lo stesso Pd che oggi governa con Conte. La Lega votò contraria, mentre Giorgia Meloni era assente. Probabilmente Casalino era impegnato a seguire il finale del Gf Vip ed ha preso appunti in malo modo facendo fare al Premier una pessima figura che non fa altro che aumentare le tensioni nel Paese. Tra le altre cose occorre ricordare che l’attuale Ministro Gualtieri nel 2011 fu tra i fautori del Mes facendo addirittura il relatore, lo stesso Gualtieri che oggi dovrebbe a questo punto disconoscere se stesso”.

“In tutti i casi, la cosa che lascia perplessi, è il motivo per cui il Governo, in un momento così delicato, non voglia accettare il sostegno dell’opposizione, non prendendo minimamente in considerazione le proposte del Centrodestra. In tutto ciò – conclude l’esponente di Fratelli d’Italia – dopo quasi due mesi di proclami, le famiglie, le aziende e come ha sottolineato Decaro i Comuni, aspettano risposte concrete di cui fino ad ora non c’è traccia”.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *