Inquinamento e tumori, la politica se ne frega. “Dove si trova via Valle del Sacco?”. Fabio Forte le canta a Zicchieri

Condividi la notizia!

“Non finirò mai di stupirmi. Perché alla stupidità umana non c’è limite. Come al peggio, del resto. Che questa provincia fosse una bomba ecologica non è certo una novità, come il fatto che la discarica de “le Lame” è lì da lustri, come i terreni inzeppati di rifiuti tossici e nocivi, come la Valle del Sacco di fatto annientata, come Roccasecca con la mega discarica che pare non avere confini e così di seguito per le emissioni in aria e in acqua di aziende chimico-farmaceutiche e non solo”. A parlare è Fabio Forte, già presidente di Unionfidi Lazio, due volte sindaco di Arpino, ex coordinatore provinciale della Lega; l’uomo, in pratica, che che ha ricostruito il Carroccio in Ciociaria, ricreando una squadra che si è poi rivelata stravincente alle Politiche, prima di essere esautorato dal suo ruolo dal parlamentare pontino Francesco Zicchieri, attuale coordinatore regionale della Lega.

francesco zicchieri lega
Il parlamentare della Lega Francesco Zicchieri

Imprenditori spregiudicati e politici “disattenti”

“Diciamo la verità però. E diciamola tutta! La politica, negli ultimi vent’anni, si è mai seriamente occupata di questo fenomeno, proclami elettorali a parte? Ricordo, per dirne una, quando il deputato Zicchieri (eletto nel collegio che comprende la Valle del Sacco) mi chiese dove si trovava “via Valle del Sacco”, avendo confuso l’enorme porzione di territorio con una strada dov’era localizzato il problema (neanche Google sanno utilizzare!). E ancora le sciabolate tra politici durante le campagne elettorali, i botta e risposta, i silenzi. Una serie di omissioni impressionantiprosegue Fabio Forte –  una serie di connivenze e di veri e propri atti delinquenziali che oggi contano morti su morti per neoplasie, la maggior parte delle quali, aventi come matrice la concentrazione di sostanze ed elementi chimici derivanti da un inquinamento massivo e incontrollato. Come li chiamereste voi, tali atti? Omicidi colposi? O volontari? In che tipologia di reato si andrebbero a configurare le gesta di imprenditori spregiudicati e di politici “disattenti”? Boh! Che ce ne frega! Tanto accadde sempre agli “altri”. Come accade che un sindaco viene osannato per il modo con cui ha affrontato l’ultimo atto, in ordine di tempo, attraverso quello che a lui demanda la legge. Quindi tutto straordinariamente ordinario”.

discarica via le lame frosinone ciociaria protesta
Una delle ultime manifestazioni di protesta davanti alla discarica di via Le Lame a Frosinone

“Occorre combattere perché arrivino risorse per le bonifiche e perché qualcuno, una volta per tutte, paghi”

“Parlamentari europei, consiglieri e assessori regionali, deputati e senatori. Uno stuolo di “autorità” che negli anni non si è mai curato di un fenomeno che come le ganasce di una morsa, stringe sempre più gran parte del territorio di questa provincia. Eppure, molti di questi politici, continuano a prendere un botto di voti. E continuano a fregarsene del problema – attacca Forte –  con buona pace di chi chiede loro il “posto” per il figlio e se ne frega delle chemio del parente. Inutile fare citazioni, inutile andare oltre, io sono nessuno. Non ho giornali compiacenti, non ho ruoli, non ho niente che oggi possa essere di “interesse” a chi si muove solo ed esclusivamente per interessi, appunto. Di questo si tratta. Di interessi individuali o di piccoli gruppi che comprano tutto. Anche la vita delle persone. Io non ho alcun timore ad esternare pensieri, opinioni e verità, del resto la mia dignità l’ho posta da sempre in cima ad ogni umano e cristiano principio. Chi è così, è scomodo. Assai. Incute timore al mondo semi sommerso di politica e affari. Di imprenditori e politici mediocri. Tutti in ossequioso silenzio, a parte “ammuine” di circostanza con interrogazioni parlamentari che sappiamo lasciare il tempo che trovano. Occorre autorevolezza – conclude Forteoccorre peso politico, occorre combattere perché arrivino risorse per le bonifiche e perché qualcuno, una volta per tutte, paghi. Houston, abbiamo un problema. Ometto la risposta di Houston”.

Condividi la notizia!

Marco Ceccarelli

Marco Ceccarelli è giornalista e fotoreporter, attualmente Direttore Responsabile di TuNews24.it. La sua carriera inizia nel 2004 presso il quotidiano Ciociaria Oggi, occupandosi prima di cultura e spettacolo come collaboratore e passando successivamente alla cronaca come redattore, quindi diventando responsabile della cronaca nera provinciale fino al 2014. Nel frattempo ricopre anche il ruolo di Direttore Responsabile di alcune riviste locali, come Beautycase, ed è corrispondente del quotidiano nazionale Il Giornale per le province di Frosinone e Latina. Quindi, dopo aver fondato nel 2013 la società di Comunicazione e Marketing Globalpress S.r.l., entra a far parte del Gruppo Editoriale Perté, ricoprendo in un primo momento il ruolo di Direttore Editoriale del mensile Perté Magazine e di Radio Perté, successivamente anche del settimanale cartaceo Perté Week e del quotidiano web Perté Online. Sempre nell’ambito di tale progetto, presta servizio presso l’emittente Lazio Tv, dove idea diverse trasmissioni televisive e radiotelevisive. Dopo tali esperienze, nel 2015 decide, con l’avvento del Frosinone Calcio in serie A, di fondare il settimanale Tu Sport di cui è Direttore Responsabile e, pochi mesi dopo, dà vita anche al settimanale generalista Tu News. Nel frattempo accetta l’incarico di Direttore Responsabile della rivista mensile Frosinone In Vetrina e in seguito anche di Ciociaria & Cucina Excellence". Quindi dà vita al quindicinale cartaceo Non Solo Annunci,  alla rivista mensile poket patinata Ciociaria da Vivere e ai quotidiani online TuNews24.it e Il Corriere della Provincia. Negli anni 2019 e 2020 intraprende la gestione del canale provinciale di Frosinone di Lazio Tv, accetta l'incarico di Direttore Responsabile del mensile web nazionale Valori e Cultura e riporta in vita lo storico marchio dell'informazione ciociara La Provincia Quotidiano. Da ultimo (ma solo per ora) prende la direzione della testata culinaria Il Pappamondo.