Calcio a 5 – “Manita” del Ceccano sul Marina Club

Condividi la notizia!

Ceccano – Marina Club 5-2

CECCANO: Cipriani, Salvati, Capoccetta, Iaboni, Simoni, Pizzuti, Pietrantoni, Di Vico, Ricci, Colapietro, Ferri.

Emanuele Ricci

Allenatore: Compagnone.

MARINA CLUB: Caramanica, Lionello, Pirolo, Esposito, Di Pastena, Moccia, Marcone, Ricardelli, Attardoi, Colombo.

Allenatore: Moccia.

Arbitro: Capraro di Cassino.

Marcatori: 16′ pt Ricci, 20′ pt Ricci, 22′ pt Moccia, 29′ pt Cipriani, 30′ pt Attardo, 8′ st Pietrantoni, 11′ st Ricci.

Note: ammoniti Attardo e Riccardelli; al 26′ st Caramanica para un calcio di rigore eseguito da Pizzuti.

CECCANO – “Manita” del Ceccano sul Marina Club, quinta vittoria di fila e primato quindi consolidato nel girone B del campionato di serie D di calcio a 5. I rossoblu, trascinati da un Ricci ancora una volta in giornata di grazia, autore di una tripletta e giocate sopraffine, hanno sofferto solo nei primi minuti di gioco, soprattutto nella finalizzazione della manovra. Poi, una volta sbloccato il risultato, hanno dominato il match.

A sbloccarlo ci ha pensato al 16′ Ricci abile a rubare palla al portiere Caramanica e depositarla in fondo al sacco. Al 20′ punizione per il Ceccano, batte capitan Pizzuti per Ricci il quale realizzza con un gran tiro.

Il Marina Club accorcia al 22′ grazie a capitan Moccia con un bel diagonale. Al 29′ avanza Caramanica e tira, para Cipriani il quale rilancia verso la porta sguarnita e fa 3-1. Poco prima del riposo ci pensa Attardo ad accorciare e fissare il parziale sul 3-2. Nella ripresa il Ceccano controlla e trova ancora il gol all’8′ grazie a Pietrantoni il quale sfrutta molto bene un angolo battuto da Ricci. All’11’ è ancora Ricci, servito proprio da Pietrantoni a fissare il finale sul 5-2, anche se al 26′ il Ceccano potrebbe arrotondare ma Pizzuti si fa ribattere un penalty  da Caramanica. Ora la squadra di Compagnone osserverà il suo turno di riposo, in attesa dello scontro al vertice in casa della Fortitudo Fintanaliri in  programma sabato 31 novembre.

Condividi la notizia!