Il drastico calo del turismo nel 2021

Condividi la notizia!

Sta per chiudersi un altro anno all’insegna dell’incertezza per quanto riguarda il turismo, gravemente danneggiato dall’avanzare della pandemia. La differenza con il turismo pre-COVID sembra incolmabile, e la diffusa variante Omicron sta peggiorando notevolmente la situazione nel periodo natalizio.

Secondo lo studio di Confcommercio, il bilancio è disastroso. La maggior parte dei turisti, anche per quanto riguarda queste festività, ha scelto di rimanere a casa, preferendo trascorrere le feste in totale sicurezza. Tuttavia il settore del turismo riveste un ruolo essenziale nell’economia italiana, perciò è necessario prendere provvedimenti rapidi, con l’obiettivo di iniziare ad intravedere una risalita.

Lo studio

Secondo le analisi di Confcommercio, sono circa 120 milioni i visitatori che mancano all’appello rispetto al 2019, con circa 13 milioni di italiani in meno che viaggiano all’estero solamente durante le festività natalizie. E non solo: dei 25 milioni di viaggi pianificati dagli italiani per la fine dell’anno, 5 milioni sono già stati cancellati e molti altri sono stati modificati per ridurne la durata.

Purtroppo questa non è l’unica notizia negativa: Confcommercio infatti ha sottolineato “la crescita esponenziale negli ultimi giorni delle disdette nella ristorazione e la drammatica situazione del settore dell’intrattenimento con la chiusura delle attività”. In quest’ambito viene indicata la necessità di un intervento del governo, con l’obiettivo principale di sostenere questo settore adottando misure importanti, senza incrementare le spese delle imprese che si occupano di turismo che già si trovano in una situazione difficile.

Confcommercio rimarca inoltre la necessità di prorogare urgentemente la cassa integrazione per le attività ferme a causa dell’emergenza sanitaria, con un termine indicato per il prossimo mese di giugno. Le misure dovranno essere adottate rapidamente, considerata l’importanza fondamentale del settore turistico nell’economia del nostro Paese. Lo stesso presidente di Confcommercio Carlo Sangalli ribadisce questo concetto, affermando: “Non è pensabile un’economia italiana senza il traino del turismo”.

Insomma, per il settore turistico si tratta di un vero e proprio incubo, degno del più spaventoso dei giochi online; è prevista una ripresa per i mesi dell’estate 2022, tuttavia, per ora, la tanto desiderata normalità è ancora lontana.

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE