Serie B – Charpentier salva il Frosinone al 97′: con l’Alessandria è 1-1

Condividi la notizia!

Il Frosinone mantiene l’imbattibilità lontano dalle mura amiche, al “Giuseppe Moccagatta” di Alessandria termina 1-1. Al vantaggio grigio a firma di Chiarello ha risposto a tempo scaduto Charpentier.

Mister Grosso a sorpresa cambia tutto l’attacco inserendo Cicerelli e Zerbin a supporto di Novakovich. Sono ben cinque le novità rispetto alla gara con l’Ascoli. Nell’Alessandria l’ex tecnico canarino Moreno Longo si affida al collaudato 3-5-2 con l’altro ex di turno Beghetto largo sulla corsia mancina. Il primo squillo di gara arriva al 3’ sugli sviluppi di un’azione da rimessa laterale: Novakovich lavora di sponda per l’accorrente Rohdén che, da posizione leggermente defilata, conclude a lato con il mancino. Due minuti più tardi ecco la prima occasione per i padroni di casa, la punizione di Casarini da sinistra viene deviata da Di Gennaro prima di spegnersi sul fondo. Il Frosinone insiste sull’out di destra con Casasola che crossa al centro per Boloca, il colpo di testa del centrocampista classe ’98 non inquadra però la porta. I grigi alzano il baricentro e si fanno vedere al 18’ con una conclusione dal limite di Casarini che termina alta. Al 27’, invece, Kolaj approfitta di una disattenzione di Casasola per attaccare sulla sinistra e servire Chiarello a rimorchio, il classe ’93 entra in area ma spara alto con il mancino. Il centrocampista si fa vedere anche al 38’ con un destro dalla distanza che costringe Ravaglia a rifugiarsi in angolo.

È proprio Chiarello a sbloccare la sfida al 54’: lancio lungo dalla difesa di Di Gennaro, aggancio perfetto del numero 4 che batte Ravaglia con un pregevole pallonetto. Dopo il check al Var, l’arbitro Cosso convalida la rete visto che c’è Zampano a tenere in gioco Chiarello, anche se resta qualche dubbio su un controllo sospetto con il braccio del giocatore dei grigi. Il Frosinone cambia volto con gli ingressi di Canotto, Ciano e Garritano per Rohdén, Novakovich e Zerbin. Al 70’ Garritano ispira per Canotto che entra in area dalla destra e batte Pisseri, stavolta però il fuorigioco c’è e l’arbitro giustamente annulla. Il Frosinone aumenta la pressione, mentre l’Alessandria alza le barricate a difesa del risultato. Al 78’ ci prova Maiello con un destro da appena dentro l’area, Pisseri però è reattivo e respinge a mano aperta. Il forcing finale frusinate non produce effetti fino al settimo minuto di recupero quando Charpentier insacca di testa un traversone dalla destra di Casasola. Finisce così 1-1 al “Moccagatta”, con i giallazzurri che mantengono l’imbattibilità esterna al termine di una prova tutt’altro che brillante. Lunedì allo “Stirpe” con il Crotone servirà un approccio ben diverso per centrare i tre punti.

ALESSANDRIA-FROSINONE 1-1

Alessandria (3-5-2): Pisseri; Parodi, Di Gennaro, Mantovani (75’ Prestia); Pierozzi (64’ Mustacchio), Chiarello, Casarini, Beghetto (75’ Benedetti); Corazza (64’ Arrighini), Kolaj (82’ Palazzi). A disp.: Crisanto, Russo, Lunetta, Orlando, Speranza, Pellegrini, Palombi. All.: Longo.

Frosinone (4-3-3): Ravaglia; Casasola, Gatti, Szyminski, Zampano; Rohdén (56’ Canotto), Maiello (90’ Manzari), Boloca; Cicerelli (67’ Charpentier), Novakovich (56’ Ciano), Zerbin (56’ Garritano). A disp.: De Lucia, Minelli, Gori, Tribuzzi, Lulic, Cotali, Ricci. All.: Grosso.

Arbitro: Francesco Cosso della sezione di Reggio Calabria.

Marcatori: 54’ Chiarello (A), 90’+7 Charpentier (F).

Note: 1496 spettatori. Ammoniti: Chiarello (A); Gatti, Cicerelli, Boloca, Zerbin, Ciano (F). Recuperi: 1’ pt; 7’ st.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.