Politica – Frosinone, sorpresina alla… Marinara

Condividi la notizia!

Voci dal Palazzo – La città capoluogo non va al voto ora ma tiene banco. E Michele fa capolino

di Dario FACCI

È tempo di elezioni Comunali in tutta Italia, nelle città più importanti compresa la capitale, in un sacco di paesi e in due delle quattro più importanti città del Frusinate. Subito dopo ci saranno le Provinciali, direttamente connesse con la tornata delle Comunali, perché il voto per Palazzo Jacobucci è di secondo livello e ponderato. Ebbene, nonostante tutto questo, a tenere banco sono le elezioni comunali di Frosinone che si terranno nella prossima primavera.

In effetti, se i tempi e le circostanze fossero normali, sarebbe già tempo di analizzare a fondo il voto nel capoluogo, poiché il mezzo anno abbondante che resta in fondo non è gran cosa. Le “circostanze”, però, sono davvero particolari questa volta. L’erede dello Zar, quale candidato di un polo di centrodestra, non è individuato né facilmente individuabile. La rosa dei nomi che circolano è talmente ampia che equivale a niente. Lo stesso polo di centrodestra non è facilmente decifrabile al momento. La tradizionale composizione con i partiti, infatti, a Frosinone è davvero insufficiente. Basti considerare com’è composta l’attuale maggioranza dello Zar Ottaviani: la rappresentanza pende dalla parte delle civiche, decisamente. E quando si dice “civica” allo stesso tempo è vietata l’appartenenza. Un civico non è di destra o di sinistra, un civico è per definizione indipendente e, dunque, ingovernabile. In molti casi poi propende soprattutto per i propri interessi. Ancora: è in queste circostanze, infatti, che si innesta il problema di una di queste civiche, tra l’altro sostanziosa. Il Polo Civico che fa capo a Gianfranco Pizzutelli, è una delle gambe più solide della maggioranza Ottaviani. Purtroppo tutti sanno che alle prossime elezioni con grandissima probabilità non sarà più di centrodestra ma di centrosinistra. Un caso di scuola insomma, per dimostrare quanto dicevamo prima. La negazione dell’appartenenza. Tanto che, a quanto pare, il Polo Civico starebbe valutando seriamente l’ipotesi di un documento da inviare al sindaco per chiedere il cambio della sua rappresentanza in giunta. Il Polo Civico, infatti, esprime la bellezza di quattro consiglieri comunali (a proposito, voti preziosi per le Provinciali, andranno a qualcuno di sinistra?) e regge due assessorati. Uno di questi è nomato Fabio Tagliaferri, uno che ha abbandonato il Polo Civico per entrare in Fratelli d’Italia e che aspira senza infingimenti alla successione dello Zar. Normale, insomma, che il Polo Civico ritiri il suo sostegno per quell’assessore e che questi venga sostenuto dal suo nuovo gruppo consiliare: Fratelli d’Italia. Ma c’è un problema. I Fratelli, che hanno due consiglieri comunali, Domenico Fagiolo detto Mimmo e Maria Rosaria Rotondi, reggono già l’assessorato di Pasquale Cirillo e non hanno la forza per sostenerne due. Ecco che Tagliaferri si troverebbe nella scomodissima posizione di contendere la seggiola a uno che gode di una notevole considerazione nel partito dove egli è appena entrato. Farà un passo indietro autonomamente per non far trovare lo Zar nelle peste? Lo farà per captare benevolenze in vista delle primarie per la candidatura a sindaco? Sarà guerra? Vedremo. Tutti questo solo per rappresentare come sia estremamente difficile esprimere ora scenari per le prossime elezioni di Frosinone e come qualsiasi previsione non possa che risultare quantomeno azzardata quando non, manifestamente, una corbelleria.

Se vogliamo lo sguardo a sinistra le deduzioni lasciano il posto alle congetture e, come sempre accade, alle Voci dal Palazzo che tendono alla fantapolitica quando non alla maldicenza. Le Voci negli ultimi giorni narrano di acque agitate e, in attesa di conoscere i confini della candidatura supertrasversale che viene attribuita al dottor Mauro Vicano da illustri commentatori, spifferano di movimenti sempre più sospetti in zona via Ceccano, via Vetiche e circondario. In sintesi nel feudo di Michele Marini! L’ex sindaco di Frosinone, secondo i pettegoli, pare abbia intenzione di rompere gli ormeggi e si starebbe preparando per una nuova candidatura per il massimo scranno di Frosinone. Avrebbe, sempre secondo le malelingue false e bugiarde, trovato già delle alleanze interessanti. Sarà vero? Mah.

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE