Premio Veroli alla Memoria – GRAZIE VEROLI

Condividi la notizia!

Non vi annoieremo più con i resoconti del Premio Veroli. Questa è l’ultima puntata. Dopo tanto faticoso e duro lavoro per circa due mesi la più bella soddisfazione è quella di aver portato in tutta Italia le immagini della nostra città


Hernicus

Otto sono verolani doc che hanno scritto durante la vita un caratteristico libretto della loro storia arricchendo così il già blasonato mosaico della nostra città. E poi due invece pur non verolani sono stati ‘menzionati’ per ciò che hanno lasciato a testimonianza delle loro idee un grande esempio, anch’esse foriere di gesta che vanno ricordate. I due Mario Coratti, già ideatore ed inventore dei Fasti Verulani che volle a Veroli con i suoi amici Guglielmo Bartoli e Luciano D’Arpino diventando eventi unici della cultura della nostra terra e Daniele Nardi che a Veroli aveva tanti amici. Erano arrivati con mamma Concetta una dozzina di amici da Sezze, con in testa il cabarettista Martufello, la patria dell’alpinista tragicamente disperso sul Nanga Parbat dell’Everest. Dei verolani, in ordine alfabetico, Armando Anania, musicista, Luigi Bracaglia, commerciante, Carolina Cerelli, balia; Dom Nivardo Buttarazzi , abate di Casamari, Don Checco Mancini, rettore Basilica Santa Salome, Elio Pigliacelli, imprenditore, Calogero Sciandrone, professore e Giuseppe Trulli, professore e storico.
A preparare le ragazze la parrucchiera Claudia Quattrociocchi con il suo staff di Fuori di testa, mentre ai fiori ha provveduto l’Arte del fiore. Le fotografie a cura dello studio Riccardo di Casamari.


Il cortometraggio proiettato sul maxi schermo installato con luci e fonia dalla ditta Productions music di Angelo Loffredi, era stato realizzato da Chiara Castelli e Manuel Bellucci dello studio dello scenografo Gaetano Castelli è stato possibile grazie alla famosa impresa della Clean System di Luisa Magnante, sempre attenta alla cultura che parla di Veroli. La stessa ha curato anche l’acquisto della moquette utilizzata per la sfilata. La grande sorpresa è arrivata con il cantante amico di Mogol, Gianmarco Carroccia che si è esibito sul proscenio naturale del Belvedere con canzoni di Mogol-Battisti, accompagnato dal maestro chitarrista Cataldi.


L’organizzazione quest’anno ha visto al fianco del nostro collega Egidio Cerelli ideatore del Premio Veroli alla memoria anche i soci della Associazione culturale Verevent, Roberto Magnante, Pierluigi Renzi e Caterina Oddi.

I ringraziamenti

Un ringraziamento particolare ai patrocinanti e agli sponsor per il loro contributo alla realizzazione della terza edizione del Premio.


Un ringraziamento alla CRI ed alla Protezione civile di Veroli oltre ai Vigilantes della squadra di Domenico. Un grazie ai carabinieri che con il maresciallo Giovanni Franzese hanno offerto un ottimo contributo così come la Polizia municipale con il comandante dottor Massimo Belli. Un grazie al funzionario del Comune dottor Mauro Ranelli.
Gli invitati venivano accolti da Francesca e Federica le due ragazze di sala. Quattro telecamere di Teleuniverso, presente nel parterre, i suoi editori Tonino e Domenico Magnapera.

La sfilata è stata curata da Free Smile, con occhiali dell’Ottica Paola Federica ed i gioielli della Diamanti gioielli di Casamari e di Frida del Giglio di Veroli. La curiosità principe? Elia, Alessandro, Carolina e Roberta i bambini che sono state le vere star della serata sfilando sulla azzurra moquette che risaltava i vestitini fatti indossare da Pina Lisi di Free Smile. Il lavoro di manovalanza artigianale curata da Fabio e Vincenzo Campoli e da Roberto Pupparo.


I video delle slide erano stati preparati da Rosario Russo con la voce di Aurora Folcareli e curati con le storie di ognuno dal giornalista Egidio Cerelli nonché presidente della Associazione culturale Verevent Promotion.
Questo il commento a caldo del patron Egidio Cerelli. “E’ stato difficile quest’anno realizzare la terza edizione del Premio Veroli. Ho faticato tantissimo anche se ho avuto la collaborazione di alcuni miei amici. Gli ospiti, Gaetano Castelli, Manuel Bellucci, Daniele Mignardi, Martufello, Gianmarco Carroccia, il senatore Gianfranco Rufa ed il consiglieri regionale Mauro Buschini sono stati eccezionali tutti ed io li ringrazio di cuore. Grazie a Teleuniverso, a Tu News a Ciocioaria Oggi il cui direttore Alessandro Panigutti mi ha messo a disposizione il quotidiano con cui ho collaborato per circa quindici anni.

Eppoi grazie al Comune di Veroli, alla Regione Lazio, alla amministrazione provinciale, alla Pro Loco, ottimo il lavoro delle ragazze coordinate dal presidente Gianluca Scaccia per l’angolo riservato al controllo del Green pass ed a tutti gli sponsor che ci sono stati orgogliosamente vicini. Emozionante è stato il momento in cui al mio fianco è arrivata la giornalista Nicoletta Fini cui ho voluto donare fiori per essere stata la più brava delle mie allieve come giornalista. Basta ora e solo GRAZIE VEROLI”.


Il commento del consigliere regionale Mauro Buschini… “Al ‘Premio Veroli, alla memoria’, una bellissima manifestazione, unica nel suo genere, per premiare coloro che nella loro vita hanno dato un contributo alla crescita culturale, imprenditoriale, artistica, sportiva della città. Iniziativa alla sua terza edizione, nata dal genio di Egidio Cerelli, con il patrocinio della Regione Lazio, il Comune di Veroli e il contributo di tanti altri partner.
Per me l’onore di premiare, insieme a Simone Cretaro, un grande uomo come Mario Coratti. Amministratore di Veroli, scelto come tecnico da Danilo Campanari, presidente della Provincia, sindaco di MSG Campano.
Mi lega a lui una esperienza che porterò sempre nel cuore: io appena eletto segretario dei Democratici di Sinistra e lui Presidente. Svolse quel ruolo con il prestigio di un uomo della sua levatura, soprattutto con il rispetto che si doveva agli organi di Partito, alle sue figure. Lo stile, la pacatezza, il desiderio di unire la sinistra democratica sono state per me una guida.
Disponibile sempre, tranne quando doveva seguire il suo amatissimo figlio Costantino, mentre cresceva della sua professione. Oggi Costantino è uno dei preparatori sportivi più affermati nel mondo della calcio, al fianco di mister Conte. Ieri emozionantissimo ha ritirato il premio alla memoria del suo grande papà”.


Il senatore Gianfranco Rufa ha sottolineato che… “quando si parla e si organizzano eventi per la nostra città di Veroli mi sento ancor più orgoglioso della mia terra. Grazie Egidio e tutta la organizzazione per quanto realizzato in una location che non ha eguali”

Il commento di Gaetano Castelli… “Di spettacoli ne ho visti tanti, ma un premio come quello organizzato dall’amico Egidio posso garantirvi che non ce ne sono in giro. So quanto ha lavorato e credo che la riuscita della manifestazione gli abbia dato tanta soddisfazione. So che ci saranno altri eventi ed io sarò al suo fianco anche se Sanremo mi vedrà impegnato moltissimo”


Martufello… “in 48 anni di carriera non ho mai assistito o partecipato ad un evento così bello e soprattutto diverso da altri. Bravo all’amico Egidio che ha ideato e realizzato il Premio unico nella Regione Lazio”.
Daniele Mignardi verolano doc ed addetto stampa di Rai/1non manca mai agli eventi verolani. “Da sempre quando Egidio chiama io rispondo perché so i suoi eventi raccontano sempre parte della storia e dei personaggi della nostra. Quest’anno si è superato con una organizzazione eccellente ed unica”


La delegata alla Cultura Francesca Cerquozzi… “Premiare un Professore, uno storico e un artista di Veroli come Giuseppe Trulli, che ha fatto della bellezza la missione della sua vita, è stato per me un onore ma anche la conferma che questo tema ha attraversato la storia del nostro Paese. Grazie ad Egidio Cerelli per questa terza edizione del Premio Veroli alla memoria, manifestazione che ha arricchito ancora di più la nostra bellissima estate”

Per ultimo ma solo per dovere di ospitalità il sindaco Simone Cretaro… “Aver realizzato a Veroli e soprattutto in questo angolo caratteristico della nostra città un evento così importante e significativo non può che farci capire che anche e soprattutto dalle piccole cose nascono grandi cose. Bravi agli organizzatori ed in modo particolare al nostro giornalista che da tre anni organizza un evento che tocca i nostri animi. Una organizzazione perfetta che ha dato lustro alla nostra terra”.


L’emozione grande erano lacrime che solcavano i volti dei presenti, come quando Raffaele Cerelli ha portato il saluto con il suo personale ricordo al fianco di Daniele Nardi. Peccato le norme anticovid che hanno limitato le presenze in piazza Santa Salome.

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE