Domenica, giorno di Pasqua, Valeria Altobelli presenterà la sua canzone

Condividi la notizia!

Presso la RTV KLAN a Tirana, la cantante sorana sta spopolando con le prove ‘tecniche’ che sta facendo. Lo farà durante il Talk show della Domenica In prodotta e presentata da Ardit Gjebrea. Valeria rappresenterà l’Italia tra i cantanti BIG nel Festival internazionale Kenga Majike

di Egidio Cerelli

Valeria Altobelli sta spopolando a Tirana presso la RTV KLAN, la più grande TV dei Balcani. Il giorno di Pasqua presenterà a Domenica In del produttore nonché presentatore, Ardit Gjebrea la sua canzone con cui parteciperà a maggio al Festival Internazionale della canzone nella categoria BIG International. L’abbiamo raggiunta durante le prove (in parte lo si vede anche in alcune foto che proponiamo) e subito senza poter porre una domanda ci ha quasi assalito dall’altra parte del cellulare.

Grande l’emozione della nostra cantante

“Non ho parole per esprimere la mia gratitudine nei confronti di Ardit Gjebrea, di sua moglie Anila e di tutte le persone meravigliose che compongono il loro staff. Non mi hanno lasciata sola un attimo. Ardit è un artista incredibile, da cui tutti noi dovremmo imparare. Conduce con immenso successo programmi omologhi a Domenica in, Forum, I soliti ignoti, oltre a curare tutta la produzione del Festival della canzone internazionale Kenga Majike! – sembra un fiume in piena la nostra cantante che rappresenterà l’Italia nel Festival Internazionale della canzone – È sullo schermo 24 ore al giorno! Per strada lo fermano tutti e lui ha un sorriso e una parola di dolcezza per tutti, dai bambini alle persone più anziane! L’altra sera siamo stati fermati da una pattuglia dopo le 20, orario del coprifuoco albanese, per via di impegni lavorativi. Il poliziotto si è messo a piangere, dicendo che lui si chiamava Ardit per il grande amore che la sua famiglia aveva nei confronti della persona e del personaggio di Gjebrea!”.

Eccezionale l’anchorman Ardit, il Pippo Baudo dei Balcani

Era come lo immaginavi Ardit, il Pippo Baudo dell’Albania?
“Straordinario con tanta professionalità. Ardit segue personalmente ogni aspetto del programma, dalle luci alle inquadrature. Parla con un garbo e una dolcezza incredibile a tutti i suoi collaboratori, che lo adorano. Non lascia nulla al caso e non perde mai la sua calma e la sua attenzione. È un professionista senza eguali! Ed è quello che è proprio grazie alla sua immensa professionalità e alla sua ineffabile umiltà”.


Immenso il palcoscenico con la scenografia del ‘sanremese doc’ Gaetano Castelli

Trovarti su un palco così immenso che effetto ti fa?
“Di palcoscenici ne ho visti tanti. Beh, devo dirti che gli studi dove si lavora per preparare lo spettacolo è tre volte più grande del Festival d Sanremo e poi lasciamelo dire… la scenografia dell’amico Gaetano Castelli è anch’essa straordinaria ricca di luci e di scene che ti fa emozionare. Ma che volete un po’ di Italia non guasta”. Se a questo aggiungi anche un po’ di Italia della nostra Ciociaria con Valeria Altobelli…


Mentre tuoi colleghi faticano e Sanremo si svolge senza pubblico, in Albania?

Mi viene spontaneo chiederti con un pizzico ci ironia… ’Come va la ‘vacatio cultural’ in Albania’ ?
“Non è una vacanza ma un grande impegno che dal primo giorno sto profondendo per questa meravigliosa avventura. Sto vivendo dei giorni meravigliosi.. straordinari! Una esperienza da favola! Lo splendido popolo albanese ama l’Italia e tutti parlano italiano perfettamente! Durante le mie prove sento una energia ed un trasporto pazzesco da parte delle persone attorno a me.. e mi sono commossa profondamente. È più di un anno che noi artisti non tiriamo fuori tutte le nostre emozioni. Ci mancano i sorrisi. Ci mancano i cuori. Ci manca la gente! E qui in Albania, è stato un tuffo al cuore! Nello studio gli applausi del pubblico correttamente e a distanza mi hanno dato uno shock emotivo fortissimo… un calore ed un abbraccio ideale a cui forse non ero più abituata. Tornerà tutto questo! Dobbiamo solo avere pazienza. La canzone è piaciuta tantissimo! Le donne del pubblico hanno fatto un applauso enorme quando, durante la mi presentazione, Ardit ha parlato della associazione contro la violenza sulle donne di cui sono presidente. C’è stata commozione profonda”.
Stai conoscendo tanti(e) tuoi colleghi.
“Pensate che una ragazza del Kosovo, ex Miss Albania, Agnesa Vuthaj, è venuta a posta da Pristina per trascorrere questi giorni con me. Ha creato lei tutti i miei look! È una stilista straordinaria oggi. Abbiamo 17 anni d’amicizia, da Miss World, ed è lei una delle ambasciatrici della mia associazione: abbiamo fatto del bene insieme in Cina, nelle Filippine, in Kosovo, in Italia, negli Stati Uniti… ed ora ci siamo ritrovate insieme a Tirana per quello che lei ha definito l’evento musicale più grande dei Balcani! Ho sentito tanto amore”.

Ormai sei diventata una loro Big ed a Pasqua presenterai la tua canzone

Stai facendo anche radio.
“Mi vien da ridere se penso che ho parlato in Albanese alla radio e anche in TV! Interviste, dirette e tanto altro. E non vedo l’ora di condividere queste immagini con voi! Ho il cuore che esplode di gioia! Ho condiviso il palco con una artista che vive negli Usa e con una violinista. Tutte esperienze e passioni diverse. Che meraviglia!”
Quando presenterai ufficialmente la tua canzone?
“Il giorno di Pasqua, domenica 4 Aprile. La mia canzone si chiama ‘Anima semplice’ Sarà per me una grande emozione. Ma non finisce qui, perché per arrivare alle semifinali a maggio occorre avere tantissimi voti sul sito del Kenga Majike quando le canzoni saranno messe online, la settimana seguente alle esibizioni. Dobbiamo farcela! Perché con me ce la farà l’Italia! Pronti a seguirmi su tutti i miei canali social da dove vi terrò informati. Grazie di cuore a tutti! E… Faleminderit, come si direbbe a Tirana!”.
Siamo tutti orgogliosi di te, Valeria e non vediamo l’ora di votare per la tua canzone.

Condividi la notizia!

Egidio Cerelli

Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it" e del settimanale cartaceo "Tu News", inizia a collaborare con il Messaggero il 29 aprile 1973, quindi con il Corriere di Frosinone, Radio Frosinone, TeleUniverso e Itr, per le telecronache del Frosinone Calcio e del Basket Veroli. Quindi Extra Tv, Ciociaria Oggi, La Provincia Quotidiano e Tg24. Organizzatore di numerosi eventi tra cui la Biennale del Ferro Battuto, Premio Veroli con Mogol, Premio Valente con Gaetano Castelli.