La Provincia di Frosinone diventa sempre più smart: dal 3 febbraio sarà attiva la prima APP

Condividi la notizia!

Una Provincia, quella di Frosinone, sempre più al passo con i tempi e con le esigenze indifferibili di semplificazione, innovazione e digitalizzazione.

La digitalizzazione e informatizzazione dell’Amministrazione provinciale

L’Ente guidato dal presidente Antonio Pompeo ha fatto grandi passi in avanti in questo ambito e, dopo l’Agenda smart, la nuova Stazione Unica Appaltante e gli scanner planetari per la completa digitalizzazione e informatizzazione dell’archivio provinciale, ecco l’ultima novità che sarà introdotta a partire da mercoledì 3 febbraio: la prima APP della Provincia di Frosinone.

La nuova APP

Nello specifico, si tratta di un’applicazione per dispositivi mobili IOS e Android, che potrà essere scaricata direttamente dal sito internet della Provincia – anche questo completamente rinnovato – oppure da Play Store e App Store.

L’app consente agli utenti di trovare agevolmente tutte le informazioni relative all’attività dell’Ente nei diversi settori di competenza, di prenotare appuntamenti con gli uffici e i settori, di ricevere notifiche su notizie e interventi, di consultare l’archivio stampa, di accedere alla “Bacheca Lavoro”. Inserendo il raggio chilometrico entro il quale si è interessati alle offerte di lavoro, l’app fornirà una vera e propria bacheca di annunci.

Uno strumento interattivo, semplificativo e di rapida consultazione che risulta ancora più “smart”, in un’era dove il digitale sta guadagnando sempre più terreno e la pubblica amministrazione ha il dovere di adeguarsi.

Il presidente Pompeo: «Un Ente che fa dell’innovazione tecnologica lo strumento per essere ancora più vicino ai territori»

«L’operazione di digitalizzazione e informatizzazione che da alcuni mesi abbiamo avviato all’interno dell’Ente – sottolinea il presidente Antonio Pompeo – va proprio nella direzione di rendere la nostra Provincia sempre più vicina e connessa con i territori e le comunità. La necessità di sburocratizzare e semplificare l’accesso alla P.A. da parte del cittadino è una battaglia che da subito ho sposato personalmente, sia in qualità di presidente di Provincia sia come presidente di Upi Lazio: sono molto orgoglioso che questo processo veda protagonista la nostra Amministrazione provinciale e mi auguro che anche in tutte le altre Province italiane si possa quanto prima raggiungere lo stesso risultato. Un ringraziamento particolare agli uffici del Ced – ha concluso il presidente – che hanno dato vita a questa nuova APP, vero e proprio apripista per il futuro tecnologico dell’Ente di piazza Gramsci».

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".