Il Frosinone ritrova i tre punti, contro l’Ascoli decide Citro

Condividi la notizia!

Il Frosinone espugna il “Del Duca” di Ascoli nel posticipo domenicale della ventunesima giornata di Serie B. A decidere la sfida il tap-in di Citro al minuto 54.

PRIMO TEMPO – Il tecnico bianconero Zanetti rinuncia a Ninkovic e Rosseti, ma può contare sugli importanti rientri di Andreoni, Brosco e Troiano. In avanti con Ardemagni destinato al Frosinone in cambio di Trotta, è Morosini ad affiancare Scamacca. Tra le fila ciociare Nesta è costretto a ridisegnare l’attacco viste le squalifiche di Ciano e Dionisi: spazio dunque a Citro e Novakovich. Tribuna per Paganini, a destra ritorno dal primo minuto per Salvi, con il neopapà Beghetto confermato sulla corsia mancina. Il primo squillo di gara è a firma marchigiana, al 2′ Troiano si libera sulla trequarti e conclude di poco a lato. La risposta ospite arriva al 7′ con Novakovich che evita due difensori al limite dell’area, ma il suo sinistro è debole e diventa preda facile per Leali. Al minuto 11 grande occasione per il “Picchio”: sponda aerea di Scamacca per Morosini che spara alto da ottima posizione. Le due compagini viaggiano su ritmi abbastanza blandi per il resto della prima frazione. Da segnalare soltanto al 39′ un destro di Andreoni sul quale Bardi non si fa sorprendere

SECONDO TEMPO – Al 49′ la formazione di Zanetti va ad un passo dal vantaggio. Scamacca sovrasta Capuano e schiaccia di testa, Bardi salva in tuffo, sulla respinta si avventa Piccinocchi che manca clamorosamente il bersaglio. Due minuti dopo Novakovich si invola verso la porta, ma a tu per tu con il portiere conclude a lato. Al 54′ il Frosinone mette la freccia: Novakovich libera Tabanelli con un pregevole colpo di tacco, l’ex Lecce apre per Rohdén, lo svedese trova sulla destra Salvi, rasoterra in mezzo per Citro che appoggia in rete a Leali battuto. Canarini vicini al raddoppio al 62′ quando Citro imbecca Novakovich che, da posizione defilata, tira troppo piano per impensierire il portiere. Al 69′ punizione di Maiello dalla destra per Ariaudo che centra la traversa, sulla ribattuta Rohdén non riesce a superare Leali. Nel quinto e ultimo minuto di recupero padroni di casa vicini al pari con un tiro-cross di Beretta che sorprende Bardi ma che si stampa sulla parte alta della traversa. Tre punti d’oro per il Frosinone che ritrova il successo dopo quattro partite di digiuno e aggancia il quinto posto a quota 31 punti. Clima pesante, invece, per l’Ascoli, con società e squadra contestati al termine del match.

ASCOLI-FROSINONE 0-1

Ascoli (4-3-1-2): Leali; Andreoni, Gravillon, Brosco, Padoin (88′ Matos); Cavion, Troiano, Piccinocchi (63′ Petrucci); Brlek (71′ Beretta); Morosini, Scamacca. A disp.: Lanni, Maurizii, De Alcantara, Ferigra, Valentini, Scorza, Pinto, Di Francesco, Covic. All.: Zanetti.
Frosinone (3-5-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Salvi, Rohdén, Maiello (83′ Gori), Tabanelli, Beghetto (51′ D’Elia); Novakovich, Citro (85′ Haas). A disp.: Bastianello, Iacobucci, Krajnc, Zampano, Szymiński, Vitale, Tribuzzi, Matarese. All.: Nesta.
Marcatori: 54′ Citro.
Note – Ammoniti: Troiano, Cavion, Brosco (A); Rohdén, Bardi (F).

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.