CALCIO – Da Baroni a Ciofani: allo “Zini” è la carica degli ex

Condividi la notizia!

È iniziata con un pareggio l’avventura di Marco Baroni sulla panchina della Cremonese. I grigiorossi hanno conquistato un ottimo punto sul campo della corazzata Empoli grazie al bel gol di Soddimo e nonostante gli ultimi 25 minuti disputati in inferiorità numerica per l’espulsione di Arini. Subentrato a Massimo Rastelli lo scorso 8 ottobre, il tecnico originario di Firenze ha in organico diversi ex Frosinone: Terranova, Soddimo, Valzania e Ciofani. Mister Baroni ha ritrovato proprio gli ultimi tre a distanza di pochi mesi dall’esperienza in Ciociaria.

Nel match di Empoli la “Cremo” si è schierata con un 3-5-1-1, ma l’allenatore classe ’63 è intenzionato a passare a stretto giro di posta al 4-3-1-2: «Da quando sono arrivato ho lavorato sul 4-3-1-2 – ha rivelato nel post gara del “Castellani” –, schema che vorrei proporre, ma alcune situazioni non mi avevano completamente convinto. Per questo ho deciso di tenere le due punte in verticale in modo da non perdere le giocate provate in settimana. Possiamo comunque giocare a quattro e coprire maggiormente il campo dalla mediana in su, però è chiaro che non è facile». Con il Frosinone che dovrebbe confermare il 3-5-2, è probabile che i lombardi alla fine optino per un modulo speculare.

Tra i pali confermato l’esperto Michael Agazzi, con Nicola Ravaglia e Giacomo Volpe a svolgere rispettivamente i ruoli di secondo e terzo portiere. Il pacchetto arretrato sarà orfano dell’ex Emanuele Terranova, alle prese con il riacutizzarsi della cervicobrachialgia di cui soffre da fine luglio. Da valutare, invece, le condizioni del capitano Claiton che ha saltato le ultime sfide per una distorsione al ginocchio destro. Se il brasiliano non dovesse farcela, a quel punto verrebbe confermato il giovane classe ’97 Luca Ravanelli per completare il terzetto composto anche dagli ex Hellas Verona Antonio Caracciolo e Matteo Bianchetti. Sulla corsia di destra fiducia al nazionale romeno Vasile Mogos, mentre a sinistra Francesco Migliore è in leggero vantaggio su Francesco Renzetti.

In mediana out Mariano Arini per squalifica, dalla quale, invece, rientra Luca Valzania. Il giocatore scuola Atalanta si contende la maglia da titolare con Francesco Deli. Confermato in cabina di regia Michele Castagnetti, così come il talentuoso nigeriano Kingsley Michael nel ruolo di mezzala. Verso la panchina lo svedese Samuel Gustafson e l’ex canterano dell’Ajax Reda Boultam. Il reparto avanzato è certamente tra i migliori della categoria, potendo vantare elementi esperti per la categoria come Daniel Ciofani, Fabio Ceravolo, Danilo Soddimo e Antonio Piccolo oltre a un giocatore di prospettiva come Simone Palombi, arrivato in estate in prestito dalla Lazio.

I due grandi ex giallazzurri Ciofani e Soddimo tengono particolarmente a questa sfida e vorranno ben figurare nella gara dello “Zini”. Mister Baroni potrebbe affiancarli in avanti, anche se le quotazioni di Ceravolo restano elevate. La “Cremo” è una compagine costruita per vincere e, nonostante l’avvio non brillante, ha le potenzialità per arrivare nelle prime posizioni della serie cadetta. Il Frosinone va a caccia di conferme in quel di Cremona, sarà una battaglia contro i tanti ex che proveranno in ogni modo a stoppare la rincorsa della squadra di Nesta.

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online “TuNews24.it”, con il settimanale “Tu Sport” e con il quindicinale “Alé Frosinone” oltre che con i portali “CalcioMercato.com” e “MondoSportivo.it”, di cui è caporedattore.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *