Ripi – “Serata in rosa”, l’iniziativa per parlare della violenza sulle donne

Condividi la notizia!

Ripi omaggia le donne con una giornata dedicata totalmente a loro. Una “Serata in rosa” durante la quale si affronteranno temi di grande impatto sociale quale quello della violenza di genere, fenomeno triste che, purtroppo, continua giornalmente a mietere vittime.

La locandina dell’evento

L’evento per sensibilizzare nei confronti del fenomeno del femminicidio

È per questo motivo che l’Amministrazione comunale di Ripi ha inteso dare un contributo per sensibilizzare nei confronti del fenomeno del femminicidio e sottolineare con forza l’importante ruolo che la donna da sempre ricopre nella nostra società.

La serata, in programma domenica 4 agosto in Piazzale S. Agostino, prenderà il via alle ore 20.30 con i saluti istituzionali e l’introduzione della dottoressa Maria Grazia Oropallo psicologa della Cooperativa Osa.

A supporto degli interventi la proiezione di un video piuttosto significativo e anche la testimonianza di una vittima di violenze subite dal proprio partner. Tra gli altri interventi previsti ci sarà quello dell’avvocato Sonia Sirizzotti, consulente legale di Osa e dell’assistente sociale dello stesso ente, dottor Fulvio Palma.

Dopo il dibattito ci sarà spazio anche per la musica con la splendida opera scritta e diretta dall’artista nostrana Vanessa Cremaschi che interpreterà lo spettacolo “La vita al tempo delle donne”.

Le parole dell’assessore alla Cultura, Enrico De Angelis

«L’eventosottolinea l’assessore alla Cultura, Enrico De Angelis – è il primo di una lunga serie che l’Amministrazione Sementilli organizza avendo nel proprio programma una serie di iniziative atte a sensibilizzare su temi sociali di grande rilevanza. Già dal prossimo autunno coinvolgeremo i bambini delle scuole elementari e medie per dare loro gli strumenti necessari affinché possano diventare cittadini corretti e sensibili. Nella “Serata in rosa” vogliamo ribadire il ruolo fondamentale della donna, valore aggiunto nella nostra società, come mamma, moglie, compagna. Un valore inestimabile da proteggere contro chi, per paura o invidia, utilizza violenza» conclude infine l’assessore alla Cultura, Enrico De Angelis.

L’assessore alla Cultura, Enrico De Angelis

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Cassino con una tesi dal titolo “Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie”. Collabora con il quotidiano online “TuNews24.it” e con il settimanale cartaceo “Tu News”, dove all’interno cura anche la rubrica enogastronomica “Tu Food”. In passato ha collaborato anche con il quotidiano “Ciociaria Oggi” e con il quotidiano online “L’Unico – Quotidiano Indipendente di Roma”.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *