Ferentino – Fiati in Concerto, conclusa un’edizione record: qualità straordinaria, ogni serata sold out

Condividi la notizia!

Grande successo per la quattordicesima edizione della rassegna musicale Fiati in Concerto, che quest’anno ha avuto come tema centrale “VISIONI di anima e corpo, festival degli artisti e delle creazioni intermediali”.

Nelle foto: alcuni momenti della quattordicesima edizione della rassegna musicale Fiati in Concerto

Un’edizione record con musica di qualità

Sostenuta sin dal suo nascere dal Comune di Ferentino e quest’anno anche dal contributo della Regione Lazio, la rassegna ha avuto il sostegno dell’Associazione Pro Loco, l’organizzazione della Banda Musicale “Città di Ferentino” e della direzione artistica del Maestro Alessandro Celardi.

Questa edizione ha scelto di valorizzare con lo spettacolo dal vivo il patrimonio artistico-culturale della città, riscontrando un grande successo di pubblico.

Con ben sette serate, dal 15 al 21 luglio, la rassegna ha fornito un’occasione per apprezzare, oltre che i grandi artisti sul palcoscenico, le bellezze della città di Ferentino.

Le dichiarazioni del sindaco Antonio Pompeo

«Sette serate di grande livello, sette grandi successi, sette appuntamenti con la musica, gli artisti, i luoghi più belli di Ferentino. È questa la cultura che vogliamo promuovere: capace di emozionare e di valorizzare il nostro patrimonio. Veramente un salto di qualità l’edizione 2019 della rassegna Fiati in Concerto, che il Comune ha voluto sostenere e finanziare, perché convinti della bontà del progetto».

È più che positivo il commento del sindaco Antonio Pompeo, all’indomani della conclusione della kermesse musicale che ha acceso di entusiasmo e di partecipazione la settimana appena trascorsa a Ferentino: «Voglio ringraziare tutti coloro che si sono esibiti, dai solisti, alle formazioni bandistiche, tanti grandi protagonisti della musica di qualità, che hanno veramente reso bellissime queste serate: il pianista Gabriele Pieranunzi accompagnato dalla New Talent Jazz Orchestra di Mario Corvini, il trombettista Fabrizio Bosso con il pianista Jiulian Olivier Mazzariello, l’oboista Luca Vignali e la Visioni Ensemble, a cui si aggiungono poi il trio vocale Le Sorelle Marinetti con il quartetto dell’Orchestra Maniscalchi. La conclusione del trio Anema con l’attore Enzo Decaro, accompagnati dall’Orchestra di Fiati – Città di Ferentino, è stata veramente sublime. E poi i giovani dell’Orchestra Sinfonica dell’IIS Bragaglia di Frosinone e la banda giovanile Città di Ferentino».

C’è un altro aspetto che evidenzia il sindaco Pompeo: «Ferentino è un eccezionale teatro all’aperto: l’Orto del Vescovo con l’avancorpo della cattedrale, la chiesa abbaziale gotico-cistercense di S. Maria Maggiore, la Porta Sanguinaria e le mura poligonali, il Chiostro della chiesa di S. Antonio Abate e per concludere la Piazza Mazzini con il Palazzo Consolare, sono stati i luoghi della musica e hanno reso ancor più belli i concerti, attraverso lo straordinario fascino che regalano».

Queste le dichiarazioni del sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo.

Il sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo

Il commento dell’assessore Angelica Schietroma e del Maestro Alessandro Celardi

«Complimenti al Maestro Celardiha aggiunto l’assessore Angelica Schietroma Quella del 2019 sarà ricordata come la rassegna qualitativamente più elevata. E poi come non dimenticare il pubblico che ha rappresentato uno degli aspetti più belli del concerto, nei luoghi più caratteristici della nostra città» ha concluso infine l’assessore alla Cultura, Angelica Schietroma.

L’assessore alla Cultura, Angelica Schietroma

Conclusione affidata al Maestro Celardi: «Un percorso di crescita per tutti, dalla direzione artistica ai sostenitori, passando per gli artisti ed il pubblico, non tralasciando però tutti coloro che generosamente lavorano per concretizzare un momento di così ampio respiro culturale» ha concluso il Maestro Alessandro Celardi.

Il Maestro Alessandro Celardi

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Cassino con una tesi dal titolo “Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie”. Collabora con il quotidiano online “TuNews24.it” e con il settimanale cartaceo “Tu News”, dove all’interno cura anche la rubrica enogastronomica “Tu Food”. In passato ha collaborato anche con il quotidiano “Ciociaria Oggi” e con il quotidiano online “L’Unico – Quotidiano Indipendente di Roma”.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *