Frosinone-Palermo, ultimo atto: rigettato definitivamente il ricorso dei rosanero

Condividi la notizia!

Finalmente si conclude la grottesca vicenda relativa alla finale di ritorno dei play-off di Serie B Frosinone-Palermo, disputata il 16 giugno 2018 e terminata 2-0 per i canarini che furono così promossi in Serie A avendo ribaltato la sconfitta per 2-1 maturata in Sicilia. Il Collegio di Garanzia dello Sport del CONI ha rigettato l’ultimo ricorso dei rosanero, condannati a pagare le spese legali fin qui sostenute dalla FIGC e dal club giallazzurro. È proprio il caso di dirlo: triplice fischio.

Di seguito la nota riportata sul sito del CONI:

Questo, infine, il comunicato del Frosinone Calcio dopo la decisione del Collegio di Garanzia dello Sport:

«Il Frosinone Calcio S.r.l. comunica che, in data odierna, le Sezioni Unite del Collegio di Garanzia dello Sport del CONI hanno definitivamente rigettato l’ennesimo ricorso promosso dall’U.S. Città di Palermo S.p.a. in ordine alla regolarità della gara Frosinone – Palermo del 16 giugno 2018, valida per la finale dei play off promozione del campionato di Serie B 2017/2018.
Il massimo organo dell’ordinamento sportivo, dunque, ha posto la parola fine ad una vicenda paradossale, nella quale il club siciliano, a oltre un anno di distanza, addirittura conclusa la stagione sportiva successiva alla partita contestata, escluso da tutti i tornei professionistici per molteplici inadempienze economico-finanziarie, come accertato dalla Covisoc, ha pervicacemente continuato a sostenere ragioni del tutto infondate che gli Organi di giustizia della FIGC, per ben quattro volte, avevano già disatteso.
E’ stato dunque ribadito, ancora una volta, il primato del campo rispetto ad iniziative strumentali ed estemporanee volte a mascherare evidenti lacune di altra natura, emerse in tutta la loro gravità nelle ultime settimane, certamente meritevoli di maggiore attenzione, da parte del club palermitano, rispetto a un contenzioso trascinatosi per una intera stagione ma dall’esito sin troppo prevedibile dal proprio inizio.
Nel considerare, quindi, definitivamente chiusa questa stucchevole vicenda, il presidente, dottor Maurizio Stirpe, ringrazia per la dedizione e professionalità dimostrate nella difesa delle ragioni del Club l’avvocato Mattia Grassani di Bologna».

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.