Pasqua con Giotto 2019 – La sorpresa dell’Arte

Condividi la notizia!

A circa quindici giorni dalla ‘Pasqua con Giotto’, Martina Bocconi, consigliere delegato al centro storico di Boville Ernica, ci illustra come si sta muovendo la macchina organizzativa.
“Nell’ambito della manifestazione ‘Pasqua con Giotto 2019’, giunta la sedicesima edizione, – spiega la Bocconi – si darà una grande importanza soprattutto all’aspetto artistico della manifestazione: cercheremo di riportare al centro di tutta la manifestazione proprio Giotto e il mosaico. Lo faremo attraverso guide professioniste, che accompagneranno i visitatori in giro per il paese facendo riscoprire le chiese, tutte le altre bellezze, ma, in particolar modo, si soffermeranno sull’Angelo di Giotto. In via del tutto eccezionale, poi, ci sarà l’apertura del monastero e, quindi, di Palazzo Filonardi che resterà aperto il pomeriggio di Pasqua e l’intero giorno di Pasquetta. Sabato 20 aprile è in programma l’inaugurazione di una splendida mostra d’arte contemporanea e di arte sacra, che sto organizzando personalmente e coadiuvata dalla direzione di Alfio Borghese. Sarà una mostra con opere dedicate alla Pasqua, alla morte e alla resurrezione di Cristo. Fra gli artisti che esporranno ci saranno Fernando Rea, Marco Gizzi, Michele Rosa, Paolo Gaetani, Sabrì, Elena Sevi, Mariangela Calabrese, Pasquale Chiariello con i suoi crocifissi metallici, Mario Patrizi, Patrizia Molinari e tanti altri. Sono opere straordinarie, artisti di livello internazionale, in particolare Rea, che ha esposto ultimamente nel mese scorso alla villa comunale con una mostra straordinaria.

Alla cerimonia di inaugurazione, che con molta probabilità inizierà alle ore 16 e avrà luogo nella chiesa di San Francesco, si potrà assistere anche a un suggestivo momento musicale. Sarà, inoltre, presentato di un video che mostrerà le più belle opere di Giotto, della Cappella degli Scrovegni dedicata alla vita di Cristo, un momento molto suggestivo a cura di Alfio Borghese e di Umberto Messia. Le altre opere verranno allestite anche in diverse chiese di Boville: la grande Pala di Marco Gizzi, ad esempio, troverà ubicazione nella chiesa di San Giovanni Battista, mentre un’installazione molto bella di Mariangela Calabrese si troverà nella chiesa di Santa Maria. Una sorta di percorso artistico, dunque, che si snoderà per tutto il paese. Non sarà, inoltre, una manifestazione soltanto per adulti – fa sapere Martina Bocconi – perché stiamo organizzando anche dei bellissimi laboratori didattici, sempre su Giotto, all’interno dei quali i bambini potranno scoprire il mondo dell’arte con visite studiate ad hoc per loro, come quella all’Angelo di Giotto. Inoltre abbiamo pensato a laboratori in cui si realizzeranno mosaici. Questo è soltanto l’inizio – conclude la consigliera – di quello che sarà un progetto più ampio e che prevede la realizzazione, sempre con la collaborazione di Borghese, di una rassegna di arte contemporanea anche a Boville”.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *