lunedì 28 Novembre 2022
B1-970x250-TUNEWS24
HomeAttualitàLa cantante Ilaria al Festival Internazionale della Canzone a Tirana

La cantante Ilaria al Festival Internazionale della Canzone a Tirana

Partirà domani mattina da Fiumicino insieme con il suo manager alla volta di Tirana

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

Domenica mattina Ilaria spicca il volo per Tirana per partecipare al concorso nazionale ed internazionale della canzone, Kenga Magjike giunto alla ventitreesima edizione. Ideatore, produttore e presentatore Ardit Gjebrea. Quel palcoscenico ha visto la presenza Anna Oxa, Alba Pairetti e due volte Pippo Baudo. Per due anni fermo causa covid quest’anno riprende alla grande. Si comincia con le nuove proposte dove parteciperà anche Ilaria in una sorta di semifinali. Lo farà davanti ad una giuria specializzata composta da 5 professionisti. Sono state presentate oltre 250 canzoni di artisti nazionali ed internazionali molti dei quali sono stati finalisti dell’Eurovisione.

“Dopo qualche anno di sosta forzata riprendiamo con la voglia di recuperare ciò che abbiamo perso non per colpa nostra – ci dice il patron di uno dei più grandi Festival della canzone, Ardit Giebrea – ci saranno come sempre numerosi artisti nazionali ed internazionali tra cui anche uno degli USA”. Non si esprime e non lo può ovviamente fare sulla nostra Italia nei confronti della quale però ha avuto modo di dire… ”Ilaria ha capacità eccezionali e mi auguro che possa rappresentare dignitosamente l’Italia”. La scenografia porta la firma di Gaetano Castelli, con le coreografie del grande Luca Tommasini con Ivan Pierri direttore della fotografia. Si svolgerà all’interno del palazzo dei congressi di Tirana che potrà ospitare oltre duemila spettatori. “Vorrei aggiungere che i nostri sforzi organizzativi saranno ripagati dalla diretta mondiale sulla KLAN TV la numero uno in Albania e dei Balcani”. Noi saremo seduti tra gli spettatori a tifare per l’italiana Ilaria

- Pubblicità -

La giovane artista sta per realizzare un sogno
Ilaria Cretaro è felicissima ed emozionata: ‘questo Festival sarà la svolta della mia vita’

È passata qualche settimana da quando ho ricevuto un’importante telefonata che annunciava la mia partecipazione ad uno dei festival più importanti della musica a livello internazionale. Descrivere cosa ho sentito e quello che ho provato in quel momento è quasi impossibile. Ricordo solamente il silenzio, le tante immaginazioni che hanno travolto la mia mente in pochi secondi, con il cuore in gola con qualche lacrima furtiva. È stato proprio Ardit Gjebrea (produttore musicale e presentatore del festival Kenga Magjike al quale parteciperò) a comunicarmi la mia partecipazione al Festival, spendendo per me parole bellissime e di grande impatto come dimenticare ad esempio “spero con tutto il cuore che tu Ilaria possa rappresentare dignitosamente l’Italia”. Sono molto orgogliosa del livello raggiunto e di tutto ciò che farà parte (comunque vada) di questa esperienza che segnerà in maniera indelebile la mia carriera.

- Pubblicità -


Al mio fianco l’immancabile presenza del mio manager giornalista Egidio Cerelli. Abbiamo lavorato duramente giorno e notte per questo progetto senza provare a percepire mai la fatica, dedicandoci pienamente alla scelta di singoli e a tutto ciò che poteva fare la differenza in questo momento così importante. Nel nuovo singolo l’Italia e l’Albania si abbracciano, sonorità balcaniche e testo in lingua Italiana. Insomma un’esperienza tutta da vivere e voi tenetevi pronti, che da domenica 25 vi porterò tutti con me in questo fantastico viaggio.

Auguri speciali dei sindaci Perciballi e Cretaro
“Siamo orgogliosi di una giovane concittadina che ci rappresenterà ad un evento di livello mondiale”

- Pubblicità -


Gli auguri dei sindaci di Boville Ernica e di Veroli. ‘A nome mio e dell’intera Amministrazione comunale di Boville porgo un sentito in bocca al lupo alla nostra concittadina Ilaria Cretaro per questa nuova ed emozionante esperienza che si accinge a vivere a livello internazionale. Siamo orgogliosi di averla come concittadina perché da anni, ormai, porta in alto il nome di Boville Ernica e dell’intera terra della Ciociaria in consessi artistici importanti, nel panorama nazionale e internazionale. Questa sua nuova esperienza andrà sicuramente ad aggiungere un altro importante tassello alla sua già brillante carriera. Auguri di vero cuore a nome mio, dell’intera Amministrazione e di tutta la comunità di Boville Ernica che lei avrà l’onore di rappresentare”.
Così Simone Cretaro sindaco di Veroli. “Ilaria che porta il mio stesso cognome, Cretaro, ha origini verolane per il suo papà Sergio e poi da tanti anni è salita sui tanti palchi del nostro Comune con i suoi concerti. E poi gli spettacoli di questa estate ne hanno ancor evidenziate le sue qualità eccelse di artista. Serate memorabili per noi e non solo che eravamo in prima fila per ammirare il suo show e le perfomances con Mogol ed altri artisti. Ora è stata selezionata per poter partecipare come nuove proposte ad uno dei più grandi e famosi Festival a livello mondiali e per noi è un orgoglio e credo di poter aggiungere gli auguri ed un grande in bocca al lupo per questa sua importante avventura artistica da parte della nostra comunità. Forza Ilaria”


Auguri speciali con un grande ‘in bocca al lupo ‘dalla Verevent, l’Associazione culturale che le ha permesso il concerto al Polivalente di Veroli questa estate, il suo corpo di ballo, i suoi piccoli fan ed in modo particolare dal maestro Mogol, e Gianmarco Carroccia, Beppe Carletti, Mario Lavezzi e non può mancare lo studio Castelli con Gaetano, Manuel e Chiara oltre a Teleuniverso, Tu News e da tutta la sua famiglia.

La sua prima cover ‘Io non credo nei miracoli’ oggi trasformata in… ‘io credo nei miracoli’

Ilaria la conobbi quando ancora bambina si stava cimentando con alcuni amici musicisti in un concertino dedicato ad anziani – così ricorda Egidio Cerelli -. Impugnava uno shure tra le manine dalle unghie naturali che ancora non conoscevano la ‘nail art’ cantando ‘Io non credo nei miracoli’ di Laura Bono. Avendo io una band gli’Evergreen’ chiesi a lei, alla sua maestra con il consenso liberatorio dei suoi genitori di poterla avere come ospite. Fu il colpo della mia vita di incipiente talent scout anche se altre artiste avevano avuto in precedenza la mia collaborazione più che altro però come giornalista. Ilaria divenne con il passar degli anni una piccola star che da una cover iniziale ne proponeva una dietro l’altra. Cominciò ad essere padrona del palco e iniziò a far concerti accompagnata da maestri musicisti di alto livello. Tante le sue tappe che la fecero arrivare a cantare la sua prima e bella canzone “Angelo della notte” che non si perdeva tra le pareti della sua saletta da studio e da registrazione ma ne uscì fuori ottenendo sulle piattaforme social quei successi che Beppe Carletti dei Nomadi, Mogol ed in ultimo Lavezzi. E proprio loro le hanno ricordato che la sua prima cover aveva il titolo sbagliato. Non ‘io non credo ai miracoli’ ma ‘io credo nei miracoli. Pausa di riflessione e di studio approfittando anche del periodo pandemico sfornando tuttavia altri inediti per poi decidere di uscire di nuovo dal guscio mnemonico e non più kakofonico delle cover inventandosi uno show tutto suo, compresa la produzione, che in estate mandò in visibilio i numerosi presenti al Polivalente con uno spettacolo nello spettacolo.
Un vero ‘miracolo’ per lei perchè ebbe l’onore di rivedere il suo maestro Mogol conosciuto al CET che nel suo concerto con Gianmarco Carroccia le concesse il privilegio di riproporre coram populo verolano e non, quel medley che Mina e Battisti avevano proposto cinquanta anni prima. E poi altro duetto con Carlo Andreoli (The voice senior) con Imagine. Gli echi di cotanto successo arrivarono persino in Albania. Ardit, il Pippo Baudo di quelle immense terre balcaniche volle vedere ed ascoltare le performance dell’artista Ilaria che gli inviò tutta una serie di link. Alla giovane cantante venne chiesto se avesse un inedito pronto per partecipare al Festival Internazionale della Musica nel suo Kenga Magjike. Mi misi con la mia Ilaria alla ricerca di canzoni nuove e adatte per lei. Ne arrivarono diverse ma ne scegliemmo un paio per poi decidere su quella che Ilaria presenterà la settimana prossima al Festival di Tirana. Posso dire che è molto bella e che esprime tutta lo charme canoro della nostra brava cantante scelta da Ardit tra centinaia di concorrenti per partecipare a rappresentare l’Italia al Kenga Magjike. Una bella soddisfazione anche perché sarà ospitata dal console ed avrà subito un suo spazio nella ‘Domuncia In’ con una scenografia tre volte più di quella attuale della RAI di Mara Venier. Ed allora pronti per il chek–in a Fiumicino di domenica mattina. Si parte per una avventura nella terra delle aquile. Chissà se verrà rapita definitivamente nel mondo degli artisti in un Festival, ventritreesima edizione, di caratura mondiale. Forza Ilaria!

- Pubblicità -
Redazionehttps://www.tunews24.it
SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Facebook: TuNews24 e TuSport24
Instagram: TuNews24 e TuSport24
Youtube: TuNews24
Telegram: TuNews24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

La Polizia della Provincia premiata dalla Regione

La polizia locale della Provincia di Frosinone premiata in Regione Lazio con attestati di riconoscimento per il servizio prestato alla collettività durante il periodo...
- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24