venerdì 12 Agosto 2022
B1-970x250-TUNEWS24
HomeModaRebranding, cos’è e perché è importante: qualche esempio

Rebranding, cos’è e perché è importante: qualche esempio

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

Il marketing probabilmente è la categoria più cambiata nel corso degli ultimi due anni. Il Covid, le restrizioni, i divieti hanno imposto al marketing dei cambiamenti radicali. Cambiamenti ovviamente colti in pieno dalle aziende.

Si sente parlare sempre più spesso, a questo proposito, di rebranding. Ma di cosa si tratta? Semplicemente del processo tramite il quale un’azienda cambia la sua identità radicalmente, che si tratti del logo, del nome, del design e della sua strategia di comunicazione. In una sola parola la trasformazione del gruppo Facebook in Meta fa parte di una accurata strategia di rebranding. Quando cambiano loghi e marchi, in alcuni casi, si può parlare di cambio evolutivo.

- Pubblicità -

Il cambio può essere di due tipologie: proattivo, quando si tratta di una esigenza aziendale. Oppure reattivo, per la concorrenza ad un competitor. Questo perché non si brandizza un prodotto, ma sempre un’azienda. Solo in secondo luogo cambiano i prodotti. Ma chi fa rebranding? Quelle realtà che hanno una lunga storia alle spalle e che hanno una credibilità nel settore di competenza.

Un caso analogo è quello della piattaforma di gioco online AdmiralYes, tra i punti di riferimento nel settore dell’intrattenimento online e del gambling. Una realtà cresciuta negli anni ed affermatasi già da tempo nel panorama. Un cambiamento di nome – in AdmiralBet – ma con le stesse intenzioni, quelle cioè di soddisfare i clienti. Il cambio di nome ha visto anche un cambio di logo.

- Pubblicità -

Il tutto senza modificare nulla dell’offerta e del conto di gioco. Eccolo, un altro aspetto del rebranding: rassicurare il cliente. Un adeguato processo di customer experience passa anche da ciò: cambiano i loghi, i marchi e le politiche. Ma non può cambiare la sostanza di un brand, la sua mission e la sua vision, la qualità dei prodotti offerti e i servizi aziendali a disposizione.

Ma perché si arriva al rebranding? Per semplici logiche di marketing. In un universo come quello del web, in cui è necessario sempre più adeguarsi a nuovi standard e a nuove richieste da parte dell’utenza. Il focus è cambiato.

- Pubblicità -

L’unica cosa che conta, oggi come oggi, è il cliente. Difatti la già citata customer experience è centrale ai fini della buona riuscita di un prodotto e dell’azienda che lo eroga. Una necessità resasi impellente da quando dai canali fisici si è passati online, in tutti i settori. Il rebranding va in questa direzione. Cambiando ma non snaturando l’essenza di un marchio e dei suoi prodotti. Per adeguarsi, certamente ma anche per una necessaria esigenza di novità che serve anzitutto all’utente. Internet ha cambiato anche questo.

- Pubblicità -
Redazionehttps://www.tunews24.it
SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Facebook: TuNews24 e TuSport24
Instagram: TuNews24 e TuSport24
Youtube: TuNews24
Telegram: TuNews24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

La storia della sigaretta elettronica, dagli Stati Uniti alla Cina: ecco i pionieri dello svapo

La sigaretta elettronica è un prodotto che, ormai, fa parte della vita quotidiana di tantissimi individui. Non stupisce più vedere a ogni angolo di...
- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24