lunedì 3 Ottobre 2022
B1-970x250-TUNEWS24
HomeAmbienteProvincia – Edilizia scolastica: Presentato il progetto definitivo per l’ampliamento dell’Itis di...

Provincia – Edilizia scolastica: Presentato il progetto definitivo per l’ampliamento dell’Itis di Pontecorvo. A breve la gara per l’affidamento dei lavori

Il presidente Pompeo: «Un Ente che dimostra di saper intercettare fondi e spenderli bene».

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

Una stagione di grandi interventi che prosegue nel solco di un’azione intrapresa ormai da tempo da parte dell’Amministrazione provinciale a guida Antonio Pompeo.

In tanti ambiti della gestione amministrativa e, in particolare, nei due principali che caratterizzano l’azione dell’ente di piazza Gramsci: viabilità ed edilizia scolastica.

Gli interventi

- Pubblicità -

Proprio in quest’ultimo settore, l’ultima novità in ordine di tempo è la presentazione del progetto definitivo per l’ampliamento dell’Itis di Pontecorvo, per un importo di circa un milione e trecentomila euro. Si tratta, in particolare, di un’opera finanziata attraverso i fondi Pnrr che prevede la realizzazione di un secondo lotto funzionale con nuovi laboratori e ulteriori aule che andranno ad ampliare l’offerta strutturale dell’istituto.

Il progetto

Un progetto attraverso il quale la Provincia si pone come obiettivo principale quello di soddisfare le esigenze scolastiche, con specifico riguardo alle attività pratiche, proprie della scuola. A breve sarà indetta la gara per l’affidamento dei lavori, attraverso il ricorso alla procedura di appalto integrato.

Ieri l’incontro con i progettisti del nuovo edificio che sorgerà al Casaleno

- Pubblicità -

Per quanto riguarda, invece, la nuova scuola al Casaleno, ieri mattina si è svolto un incontro con i progettisti sul tema della sicurezza, dal quale è emersa la bontà delle scelte progettuali da parte della Provincia, ritenute dai tecnici e dagli stessi vigili del fuoco assolutamente innovative. Mentre, dunque, prosegue l’iter per la realizzazione della scuola, è in programma per la fine della settimana la convocazione di una conferenza di servizi.

Le parole del presidente della Provincia, Antonio Pompeo

«Programmare, progettare, affidare i lavori, realizzare nuove strutture e ampliare e rendere ancora più fruibili quelle esistenti: – sono le parole del presidente della Provincia, Antonio Pompeo – è l’azione quotidiana che ormai da anni mettiamo in campo sul territorio, con la missione principale di dotarlo di edifici nuovi, sicuri ed efficienti dal punto di vista energetico. Le opportunità economiche rappresentate dal Pnrr – conclude infine Pompeo – sono certamente il volano per lo sviluppo di un intero territorio, da nord a sud, da est a ovest. È sull’edilizia scolastica che la Provincia di Frosinone ha saputo invertire la rotta confermandosi un ente capace non solo di reperire fondi ma anche di saperli spendere bene: oltre 70 milioni di euro di finanziamenti ottenuti con la consapevolezza che operare sulle scuole e garantire edifici sicuri, accoglienti ma soprattutto luoghi di socialità in un momento di emergenza, anche e soprattutto per il settore scolastico, è l’unica risposta che un Ente può dare ai bisogni dei territori».

Il presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo
- Pubblicità -
Monica D'Annibalehttps://www.tunews24.it
Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

Donne iraniane dalla scintilla di Oriana Fallaci, indietro non si torna

Donne iraniane in lotta, oggi come mai prima d’ora e ci sono voluti più di quarant’anni. E’ lontana l’epoca dello Scià che iniziò le...
- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24