giovedì 19 Maggio 2022
B1-970x250-TUNEWS24
HomeAmbientePontecorvo – I primi dati certificano la funzionalità del nuovo sistema di...

Pontecorvo – I primi dati certificano la funzionalità del nuovo sistema di raccolta rifiuti

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

«Considerando che in questa fase abbiamo ancora lasciato a disposizione dei cittadini i vecchi cassonetti, siamo più che soddisfatti dei primi dati sui conferimenti nelle tre nuove isole ecologiche entrate in funzione».

Gino Trotto, presidente della Asm – Multiservizi, commenta così il bilancio dei primi giorni dalla attivazione delle postazioni di via Lungo Liri e di via San Giovanni Battista, a Pontecorvo, dove peraltro nel fine settimana si è intervenuti per predisporne di nuove.

Gino Trotto, presidente della Asm – Multiservizi

Pochi i rifiuti conferiti, ma elevata la percentuale di differenziata

Presso l’isola di via Lungo Liri sono stati depositati 93 kg di rifiuti, dei quali appena 5,50 kg di indifferenziata (94.08%). Nella prima isola di via San Giovanni sono stati conferiti 63,30 kg – dei quali 8,35 di indifferenziata (86.81%). Nella seconda invece 49,05 kg – 6,60 di indifferenziata (86.54%).

Il commento del vicesindaco, Nadia Belli

- Pubblicità -

«Questi numeri – aggiunge Nadia Belli, vicesindaco – ci dicono certamente che sono ancora pochi i cittadini che hanno cominciato a differenziare rispetto al numero delle utenze coinvolte perché residenti lungo le strade interessate dal nuovo servizio. Ma ci dicono anche – e questo è il dato più importante – che quei pochi hanno saputo da subito differenziare e conferire correttamente i diversi materiali. Ciò significa evidentemente che il sistema di raccolta adottato, oggetto di feroci critiche alimentate da ingenerosi pregiudizi, funziona senza particolari problemi e non comporta difficoltà insormontabili».

Il vicesindaco di Pontecorvo, Nadia Belli

Le parole del presidente della Asm, Gino Trotto

«Rinnovo il mio appello ai cittadini perché tutti, al più presto, una volta ritirati i contenitori e la tessera, vogliano iniziare a differenziare i rifiuti in casa. Comprendo il disagio – conclude Trotto – di dover abbandonare un sistema col quale conviviamo da decenni, praticamente da sempre. Ma so che alla fine prevarranno senso civico, senso del dovere e la responsabilità morale di adeguarsi alla moderna gestione dei rifiuti nell’interesse collettivo della comunità. Sono certo che pian piano tutti inizieranno a separare in casa. A dire il vero, diventerà inevitabile perché lì dove entreranno in funzione le nuove isole ecologiche informatizzate, gli operatori della Asm rimuoveranno contestualmente i vecchi cassonetti».

- Pubblicità -
Monica D'Annibalehttps://www.tunews24.it
Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24