Calcio – Intervista al presidente del Ceccano Gianluca Masi

Condividi la notizia!

Dopo il primo terzo della stagione, il Presidente del Ceccano Calcio 1920, l’Avvocato Gianluca Masi, ha voluto rilasciare un’intervista per tracciare un primo bilancio dal punto di vista societario e tecnico, parlando anche del prossimo futuro della società


Presidente, è possibile elaborare un primo bilancio di questa stagione, affrontando il lato sportivo e parlando, dal suo punto di vista, dei risultati del progetto di azionariato popolare?
Giunti in chiusura di anno, è tempo per stilare qualche bilancio che, seppur parziale, fornisce più di un’indicazione sull’andamento della stagione sia in ordine agli aspetti societari che a quelli sportivi.
Ebbene, non posso esimermi dal fare una breve riflessione sul progetto principale su cui la società ha scommesso forte ma che, purtroppo, ha deluso altrettanto fortemente le aspettative e le previsioni: l’azionariato popolare.
I numeri non mentono mai ed in questo caso sono impietosi: 66 tessere sottoscritte in circa 7 mesi, per un totale di quote sottoscritte pari ad € 4.890,00. E se si considera che uno dei 66 soci sostenitori ha acquistato una quota da 1.500,00 euro, si può tranquillamente parlare di fallimento del progetto.
Un progetto in cui la società ha creduto e crede fermamente ma che, ad oggi, nulla ha portato in termini di supporto laddove si consideri che quanto raccolto giunge appena a coprire i costi di avvio e di gestione dell’azionariato popolare che ha visto la società prodigarsi anche con la storica apertura di una sede nel centro della città.


A seguito dei numeri esposti, può dare una motivazione di questo “fallimento” del progetto?
Evidentemente il messaggio non è giunto ai ceccanesi, la cui passione sportiva e calcistica è arci-nota. Ribadisco che ci si attendeva qualcosa di più in termini di quote di azionariato, le previsioni più pessimistiche erano di almeno un migliaio, considerata la popolazione di Ceccano e l’attaccamento dei ceccanesi ai colori rossoblu, non siamo arrivati neanche a 100 e dobbiamo prendere atto del risultato fortemente negativo. Questa cosa però deve darci stimoli e forza per andare avanti.
Fortunatamente la strategia gestionale aveva pronto il piano B e non si era in alcun modo cullata sulla speranza di poter contare solo su un importante supporto economico dall’azionariato e dunque, anche se con non pochi sforzi, il budget per chiudere la stagione è stato raggiunto.
Questo a dimostrazione della serietà e dell’impegno nel mantenere le promesse e i risultati sul campo debbono confortare e darci la forza di andare avanti sulla strada intrapresa.
Il raggiungimento del budget utile per la chiusura della stagione è certamente un’ottima notizia, per la società e per tutti gli appassionati e tifosi. Una stagione che vede il Ceccano ai vertici della classifica, nonostante quanto detto finora. Senza dubbio ci sono meriti che vanno oltre l’aspetto puramente economico. Si sente di ringraziare chi si sta impegnando per portare avanti la società e la squadra?
Se il Ceccano Calcio si trova a lottare per il vertice della classifica i meriti vanno riconosciuti in egual misura alla gestione tecnica (la società ha sempre fortemente creduto nelle capacità di mister Carlini e dei suoi collaboratori), a quella finanziaria e gestionale portata avanti da un nuovo gruppo dirigenziale, formato da persone serie e compatte , che con lealtà e passione ogni giorno si impegnano a portare avanti questa società, ma soprattutto agli imprenditori locali e non che – con non pochi sacrifici , impegno e serietà – hanno creduto in questa compagine ed hanno deciso di supportarla. Proprio a loro va il nostro ringraziamento più grande, perché è grazie a loro che possiamo continuare a credere e realizzare i nostri obiettivi.
Il Ceccano Calcio sta dimostrando di avere le carte in regola per dire la sua nei prossimi anni. Questo grazie ad una progettazione seria e concreta a livello tecnico e societario. Come vede le prospettive e quali sono le aspettative per il prossimo futuro?
Il progetto che abbiamo elaborato è appena all’inizio. Questa società intende crescere a livello organizzativo, puntando su dirigenti e collaboratori preparati, senza improvvisazione e con uno scopo ben preciso: dare al sodalizio una solidità economica e tecnica che duri nel tempo. Ed in quest’ottica va vista l’imminente trasformazione della società (non più una mera associazione sportiva), ma anche e soprattutto la gestione dei giovanissimi ragazzi ceccanesi, che sono ormai stabilmente in prima squadra tra i titolari. Su questo punto non posso non menzionare anche l’ottimo lavoro di mister Liburdi, anch’egli con i bravissimi ragazzi della juniores stabilmente nella zona alta della classifica del campionato Regionale.
Un bilancio societario e tecnico che vede protagonista il Presidente Gianluca Masi, che con serietà ha messo a disposizione di tutti gli appassionati i numeri di una società solida e con l’ambizione di continuare il percorso di crescita. Un futuro che viene costruito giorno dopo giorno con azioni concrete e attività costante sul territorio. Una società che guarda al lato sportivo, ma anche al sociale. Proprio in quest’ottica continua con successo la collaborazione con l’associazione “Altre…Menti”, che il prossimo 8 dicembre sarà presente al Popolla con un proprio stand, dove poter acquistare prodotti volti ad un contributo benefico in favore dell’associazione.

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE