Provincia – Patti Territoriali, l’Amministrazione avvia le procedure

Condividi la notizia!

Patti Territoriali: un modello vincente che la Provincia di Frosinone intende replicare. L’Ente di piazza Gramsci, infatti, risponderà al bando del Ministero dello Sviluppo Economico per ottenere fondi destinati ai Patti Territoriali per la realizzazione di progetti pilota volti allo sviluppo del tessuto imprenditoriale territoriale, anche attraverso la sperimentazione di servizi innovativi a supporto delle imprese, valorizzando modelli gestionali efficienti e pregresse esperienze positive dei soggetti responsabili nell’ambito dei Patti Territoriali.

Il bando e le risorse

Le risorse disponibili ammontano complessivamente a 105 milioni di euro. Ogni soggetto responsabile di Patti Territoriali potrà presentare una sola domanda relativa all’assegnazione di contributi per un solo progetto pilota al quale potrà essere assegnato un contributo massimo di 10 milioni di euro.

Ciascun progetto pilota dovrà essere costituito da interventi pubblici o interventi imprenditoriali tra loro coerenti e riguardare al massimo due delle tematiche già determinate dal bando. A seguito di un confronto con il mondo imprenditoriale e un’analisi del contesto attuale, la Provincia di Frosinone ha deciso di individuare tra le tematiche la competitività del sistema produttivo e la transizione ecologica.

Nel primo caso si tratta di progetti che promuovano la digitalizzazione e l’innovazione di processo e di organizzazione mentre nel secondo i progetti riguarderanno la trasformazione tecnologica dei prodotti e dei processi finalizzata all’aumento della sostenibilità ambientale.

I Comuni aderenti al Patto Territoriale

I Comuni aderenti al Patto Territoriale della Provincia sono 41, a cui si aggiunge la XV Comunità Montana “Valle del Liri”: Frosinone, Alatri, Alvito, Anagni, Aquino, Arce, Arpino, Atina, Ausonia, Broccostella, Cassino, Castelliri, Castro dei Volsci, Ceccano, Ceprano, Coreno Ausonio, Ferentino, Fiuggi, Fontana Liri, Guarcino, Isola del Liri, Monte San Giovanni Campano, Morolo, Paliano, Patrica, Pico, Pastena, Pignataro Interamna, Piedimonte San Germano, Pontecorvo, Posta Fibreno, Roccasecca, Sant’Ambrogio sul Garigliano, San Donato Val di Comino, San Giorgio a Liri, Sora, Torre Cajetani, Torrice, Veroli, Vicalvi, Villa Santa Lucia.

In questi giorni verrà pubblicato il bando per la ricerca e selezione del supporto tecnico all’Amministrazione provinciale per la predisposizione delle procedure per la candidatura.

Il presidente Pompeo: «Cogliamo tutte le opportunità per il territorio»

«Cogliere questa opportunità – ha dichiarato il presidente della Provincia, Antonio Pompeo – significa dare un’occasione al nostro territorio, soprattutto se pensiamo ai benefici e alla positiva esperienza dei Patti Territoriali sulla provincia negli anni passati. La Provincia svolgerà l’importante ruolo di soggetto responsabile, con due obiettivi principali da conseguire: da un lato sostenere e rilanciare un sistema produttivo e occupazionale e, dall’altro, assicurare una crescita rispettosa dell’ambiente, puntando sulla riduzione delle emissioni nocive e migliorando l’efficienza energetica nell’ottica dell’economia circolare. Sappiamo che la sfida non sarà facile ma come sempre ce la metteremo tutta per far centrare l’obiettivo e, soprattutto, per far crescere questo territorio».

Il presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".