Voci dal palazzo – E se Zinga si presentasse per il Campidoglio e D’Amato per la riconquista della Regione?

Condividi la notizia!

Gossip sulle candidature di Roma
Zingaretti dice no… ma ci pensa

di Dario FACCI

Il 20 maggio è alle porte. Solo a quella data ci convinceremo che Nicola Zingaretti non intende candidarsi per diventare il sindaco di Roma. Il 20 maggio, infatti, è il termine ultimo per la presentazione delle candidature alle primarie del centrosinistra per trovare il candidato al massimo scranno dell’Aula Giulio Cesare, colui il quale si cimenterà nell’arena il prossimo dicembre.  Fino ad ora Zinga ha sempre smentito qualsiasi voce che riguardasse una sua candidatura ma nessuno ci crede. Le voci dal Palazzo, infatti, soffiano forte proprio su questo argomento. Insistono sul fatto che devono verificarsi delle condizioni precise prima che l’ex segretario del Pd sciolga la riserva. Le condizioni ovviamente riguardano in primo luogo le alleanze (che fanno i pentastellati?) e anche il suo stesso partito che, com’è noto, a Roma è molto particolare. Accordi da prendere anche per evitare che, come al solito, le primarie diventino una carneficina impossibile da ricomporre quando si tratta di sostenere il vincitore. Le voci (indiscrezioni come al solito tutte da confermare) continuano però anche a sussurrare che Zinga sarebbe effettivamente “alLettato” dall’idea di governare quel calvario che è diventata la Città Eterna, cioè spinto da Letta  (scusate la battuta).

Dove le voci dei pettegoli da Palazzo si sono spinte davvero tanto è su una candidatura possibile per via Cristoforo Colombo. In rampa di lancio sarebbe nientepopodimeno che l’assessore alla Sanità di Zingaretti, Alessio D’Amato. Egli, narrano i sussurratori, sarebbe assurto a possibile candidato forte dei successi per la campagna vaccinale che sta andando alla grande, specialmente dopo le mirabolanti aperture dei vari hub dove l’organizzazione è apparsa oggettivamente molto buona. D’Amato, insomma, avrebbe iniziato ad essere davvero amato dalla gente che ha visto in lui capacità considerevoli in un tratto epocale, difficilissimo della vita amministrativa, oltre che della vita, in assoluto. Naturalmente si tratta di una voce assolutamente indiscreta e tutta da verificare, come capita con tutte le voci incontrollate da Palazzo, spesso animate da perfidi intenti.Sempre sul fronte delle candidature ci sono soffioni che arrivano anche per le Comunali di Sora che si terranno nel prossimo autunno e anche per quelle di Frosinone che arriveranno nella successiva primavera (insieme con le Regionali se Zingaretti dovesse diventare sindaco di Roma).
Per quanto riguarda Sora le coalizioni sarebbero ancora in alto mare anche se, come abbiamo anticipato un paio di settimane fa, qualcosa di interessante si starebbe muovendo a sinistra dove è già stata ufficializzata un’intesa tra ArtUno-Leu e Azione di Calenda. A Frosinone, invece, il centrosinistra sarebbe davvero in difficoltà mentre la ressa di candidati a destra continua a creare non pochi problemi. Le voci sussurrano che Riccardo Mastrangeli alla fine potrebbe spuntarla. 

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE