Cassino, prima riunione della Consulta per i diritti delle persone con disabilità

Condividi la notizia!

Si è tenuta ieri, nella Sala Restagno del Comune di Cassino, la prima riunione della Consulta per i diritti delle persone con disabilità. Un appuntamento atteso e programmato da tempo, al quale hanno partecipato molte associazioni del territorio che hanno chiesto di aderire alla Consulta. Presenti il Sindaco Enzo Salera, l’Assessore ai Servizi Sociali Luigi Maccaro, la Presidente Maria Cristina Tubaro.

Il Saluto del Sindaco

In apertura il Sindaco ha salutato gli intervenuti e li ha ringraziati per il loro intervento e per la loro presenza, testimoniando, con la sua presenza e le sue parole, l’attenzione dell’Amministrazione comunale alle politiche di integrazione e di inclusione a favore delle persone disabili. Dalla Consulta l’Amministrazione attende stimoli e suggerimenti per poter costruire una città più vivibile. L’Assessore Maccaro, ideatore dell’iniziativa, ha espresso tutta la sua soddisfazione per la nascita di questo organismo, che avrà un compito di raccordo e di coordinamento tra le associazioni che, sul territorio, si occupano di disabilità. Il Comune di Cassino è “pioniere” in questa iniziativa, visto che si tratta del primo esempio sul territorio provinciale.

Un percorso di collaborazione

La Presidente ha introdotto i lavori, ringraziando il Comune per questa opportunità e sottolineando come i tanti messaggi di congratulazioni e gli auguri di buon lavoro giunti alla Consulta in questi giorni, testimonino il fatto che questa iniziativa intercetta un bisogno realmente sentito dal territorio e dai cittadini. Ogni associazione presente ha poi presentato la propria realtà e le proprie attività, così da poter avviare una conoscenza reciproca, punto di partenza imprescindibile per un percorso di collaborazione e per la creazione di sinergie future.

Così come previsto dall’Ordine del Giorno, è stato avviato un primo confronto sulla Proposta di Legge Regionale n.169 del 21 giugno 2019 “Promozione delle politiche a favore dei diritti delle persone con disabilità”. Il testo della proposta sarà esaminato da ciascuna associazione e, nei prossimi giorni, ci sarà un nuovo incontro per verificare eventuali proposte di modifica o di integrazione da presentare in Regione.

Le nomine

Si è poi proceduto, così come previsto dal Regolamento, alla nomina del Vicepresidente e del Segretario, cariche per le quali sono state elette, rispettivamente, Annarita D’Aguanno, dell’Associazione Italiana Persone Down, e Federica Palmierani, dell’Associazione Lucignolo.

«Sono veramente contenta di questo primo incontro – ha detto la presidente Tubaro – che è stato, innanzitutto, una prima importante occasione di conoscenza reciproca. In estrema sintesi, le principali criticità che sono emerse dai diversi interventi – e sulle quali la Consulta sarà chiamata a lavorare – sono il problema delle barriere architettoniche, delle conseguenze della pandemia sulle persone disabili, del cosiddetto “dopo di noi” e della necessità di fare rete. Sin da ora l’Amministrazione Comunale ha dato la propria disponibilità per affrontare il problema delle barriere architettoniche e a breve avremo un nuovo incontro di tipo tecnico per provare ad individuare le prime soluzione, in accordo con le politiche già avviate.

Confronto e continuità operativa

«L’obiettivo della consulta – ha concluso la presidente della Consulta – sarà quello di perseguire la politica dei piccoli passi: vogliamo essere propositivi, concreti, collaborativi, dando il nostro contributo per individuare proposte realistiche e lavorare insieme per realizzarle. Gli incontri non saranno occasionali, ma avranno una frequenza tale da garantirci una continuità operativa e un confronto costante, in un’ottica costruttiva, che sappia guardare al futuro con fiducia»

Condividi la notizia!