Veroli – Il restauro della facciata affidata al duo ‘tecnico’ Corrado Ferracci-Brunilde Mazzoleni

Condividi la notizia!

Terminati i lavori della Chiesa dell’Addolorata dalla ditta Edil Ma.Ca. di Boville. I restauratori come si vede sotto nelle foto hanno riportato all’antico splendore tutta la facciata diventata fatiscente per le intemperie del tempo

di Egidio Cerelli

Abbiamo già scritto del termine dei lavori che hanno interessato la ristrutturazione della Chiesa dell’Addolorata. Lavori che sono stati realizzati dalla ditta di Boville EDIL Ma.Ca. Va però sottolineato che l’intervento di restauro che ha interessato la facciata della chiesa di Sant’Agostino di Veroli, è stato condotto dal restauratore dott. Corrado Ferracci in collaborazione con la dott.ssa Brunilde Mazzoleni, Storico dell’Arte, che hanno coadiuvato e curato gli interventi di rifacimento dell’edificio affidati appunto alla ditta edile EDIL Ma. Ca. di Boville.

Intervento della dottoressa Brunilde Mazzoleni

E proprio alla dottoressa Blunilde Mazzoleni abbiamo chiesto che tipo di interventi sono stati effettuati sulla facciata della Chiesa che invita tutti coloro che entrano nel Centro storico ad entrare per una sosta di preghiera quando si arriva in città.
“Gli interventi di restauro, mirati alla reintegrazione di parti mancanti come gran parte del cornicione, hanno permesso di ripristinare tramite pulitura per mezzo di nebulizzazione la cortina laterizia, la stuccatura delle zone disconnesse e la rimozione dell’intonaco in alcune zone a base cementizia, la ricomposizione e il riallineamento cromatico originario là dove la superficie necessitava”- spiega colei che è anche la responsabile del servizio didattico del Museo Archeologico della cittadina ernica-.

Il dottor Corrado Ferracci

“L’intervento di consolidamento è stato eseguito con il metodo “a secco” con stesura di silicati, l’ultima fase ha avuto come scopo quello di uniformare l’effetto cromatico d’insieme della facciata tramite la stesura a pennello di una velatura a base di acqua e calce leggermente pigmentata con terre naturali e stesura, sull’intera superficie, del protettivo finale”- aggiunge poi l’ing. Ferracci, il restauratore insieme alla Mazzoleni. Dunque un’opera di interventistica di tutto rispetto per una Chiesa che racchiude in sé tanti ricordi dei verolani soprattutto durante il periodo pre pasquale con le processioni del Venerdì Santo. Una chiesa che è ben custodita da privati e conservata da privati che compongono la Confraternita “Carità, morte e orazione” di Pia Unione Addolorata che annovera circa settecento iscritti. Ovviamente la ‘direzione’ sacerdotale è affidata al Rettore della Basilica dedicata alla Patrona, don Angelo Oddi sempre vicino a tutti coloro che fanno parte della stessa Confraternita.

Condividi la notizia!

Egidio Cerelli

Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it" e del settimanale cartaceo "Tu News", inizia a collaborare con il Messaggero il 29 aprile 1973, quindi con il Corriere di Frosinone, Radio Frosinone, TeleUniverso e Itr, per le telecronache del Frosinone Calcio e del Basket Veroli. Quindi Extra Tv, Ciociaria Oggi, La Provincia Quotidiano e Tg24. Organizzatore di numerosi eventi tra cui la Biennale del Ferro Battuto, Premio Veroli con Mogol, Premio Valente con Gaetano Castelli.