La tempesta perfetta

Condividi la notizia!

I fatti della settimana – Il tritacarne mediatico non molla la provincia di Frosinone; intanto tra i leader di partito locali continua il silenzio dei… non vedenti

di Dario FACCI

La settimana appena trascorsa è stata davvero tempestosa. Le notizie che hanno visto in primo piano importanti esponenti dell’establishment regionale,  mettono ancora una volta in primo piano un antico adagio: il raccordo anulare non è una strada, è un limite invalicabile.  Chi ha un po’ di memoria non avrà difficoltà a trovare una spiegazione a quell’adagio, chi non ce l’ha si sprema le meningi. Il problema, tutto politico, che in questa sede ci interessa, che ha la provincia di Frosinone è il silenzio dei non vedenti. A fronte delle dolorose difficoltà che ha una classe politica egemone di questo territorio, trascinata in cronaca nazionale un giorno sì e l’altro pure per faccende molto antipatiche, non si riscontrano reazioni. Neanche una. Non si registrano neanche le normali esternazioni di chi, beneficiato dalla sorte, dagli errori altrui, o dal fuoco amico che ha ucciso il suo nemico, potrebbe approfittarne. In sintesi non si sente niente da nessuna parte come se la cenere che certi terremoti lasciano sul terreno non covi neanche più un tizzone di brace.

Torno a chiedermi, a distanza di tre settimane, che fine abbia fatto il responsabile politico dell’unico partito all’opposizione del Governo in questo momento. Perché il senatore di FdI Massimo Ruspandini, non tracci la rotta, non dica, non si esprima. Non ci si può non chiedere perché non si oda la voce dei parlamentari o del consigliere regionale della Lega. Il senatore Rufa ancora una volta non pervenuto. Per amor di patria non ci si vuole rispondere. Parimenti viene a mancare una ragione plausibile del perché e per come dopo il tritacarne mediatico che nelle ultime settimane pare non si distragga un attimo dal Pd della provincia di Frosinone non si sia sentito neanche un alito da parte della federazione provinciale, dal segretario provinciale Fantini per esempio. Insomma schiaffoni da tutte le parti e solo altre guance pronte a prendere nuovi ceffoni sebbene ormai gonfie, infuocate, livide.

La tempesta perfetta, per concludere, non è frutto solo di azioni ora sotto la lente e la scure ma in genere, e probabilmente anche questa volta, dalla certosina regia di poteri politici e non che, quando vogliono, pigiano l’interruttore e spengono la luce. Far finta di niente non cambia la storia. Mai.

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE