Boville Ernica – No alla proposta di lavori sulla strada Pantano-Spulla

Condividi la notizia!

La consigliera di minoranza della lista civica Uniti per Bolvile ne ha ben donde contro il duo Perciballi-Fabrizi. I cittadini della zona avrebbero voluto realizzarli loro, ma serve il nulla osta dell’Amministrazione che non arriva

di Egidio Cerelli


Dal 20 di febbraio ancora nessuna risposta alla richiesta per una proposta che la consigliera comunale di Uniti per Boville, Marta Diana aveva inviato al Comune e per conoscenza al sindaco, all’organo esecutivo e ai responsabili dei servizi interessati. L’oggetto, peraltro originale ed interessante , riguardava la proposta per la risoluzione del problema di alta pericolosità della strada comunale Pantano-Spulla.

Dove non arriva l’amministratore ci vorrebbe pensare il cittadino

I lavori hanno chiesto di realizzarli gli stessi cittadini. Nemmeno il vice sindaco Benvenuto Fabrizi nonché assessore ai LLPP si è degnato di fare un accenno al riguardo. E nemmeno va trovata la scusante per la pandemia che invece impegna sindaco e suo vice ad informare i concittadini della grave situazione che gravita sul territorio comunale. Ma non solo questo il compito di un amministratore. E questo perché un conto sono i lavori un altro è invece il rapporto tra Amministrazione e cittadini con questi ultimi che vorrebbero sostituirsi ai gestori della cosa pubblica per sistemare nella fattispecie un tratto di strada.

In altri casi invece si vedono sui siti social comunali e degli amministratori foto mentre una ruspa toglie di mezzo un sasso caduto. No, amministratori di Boville così non va bene! Date almeno una risposta a questa missiva che vi riproponiamo se non l’avete nemmeno letta.


“Con la presente, la sottoscritta Marta Diana, in qualità di cittadina residente e consigliere comunale di codesto Spettabile Ente, congiuntamente con i residenti della zona interessata, nonostante le numerose richieste d’intervento formulate per la risoluzione del problema in oggetto riportato, per spirito di responsabilità e laboriosità, e per porre finalmente fine al problema, propone. per la strada Pantano-Spulla di poter autonomamente eseguire i lavori di: pulizia dei fossi, pulizia delle griglie esistenti, installazione di altre 4 griglie (2 a Pantano e 2 a Spulla).


I lavori verranno quantificati economicamente e contestualmente si richiede l’autorizzazione all’esonero dei tributi locali fino al raggiungimento dell’importo speso. Credo che la proposta possa essere accolta e condivisa dall’amministrazione in quanto, si andrebbe ad accorciare lo sbilanciamento diritto-dovere che si è creato tra cittadini e l’ente. Noi cittadini paghiamo i tributi a fronte dell’espletamento di servizi da parte degli enti interessati. Ma se, come in questo caso specifico, i cittadini sono chiamati puntualmente a pagare i tributi, ma l’amministrazione da anni li ha abbandonati, fingendosi sorda alla risoluzione del problema, non erogando quindi il servizio dovuto, è tacito che i residenti vogliano provvedere al tutto così come i latini ci hanno insegnato: “Do ut des- Io do affinchè tu dia”.

A quando una risposta

Attendendo Vs. solerte e positiva risposta, l’occasione ci è gradita per porgerVi, ossequiosi saluti”.
Consigliera Diana, di risposte ne avete avute? “Nessuna ed aggiungo che invierò questa nostra a chi di dovere e nessuno mi venga a dire che siamo in pandemia. Non ci vuole molto a scrivere una risposta. Evidentemente questi nostri amministratori dei loro concittadini non hanno nessuna considerazione come hanno sempre, nostro malgrado, dimostrato”

Condividi la notizia!

Egidio Cerelli

Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it" e del settimanale cartaceo "Tu News", inizia a collaborare con il Messaggero il 29 aprile 1973, quindi con il Corriere di Frosinone, Radio Frosinone, TeleUniverso e Itr, per le telecronache del Frosinone Calcio e del Basket Veroli. Quindi Extra Tv, Ciociaria Oggi, La Provincia Quotidiano e Tg24. Organizzatore di numerosi eventi tra cui la Biennale del Ferro Battuto, Premio Veroli con Mogol, Premio Valente con Gaetano Castelli.