Frosinone, il capoluogo aderisce al progetto “Latium”

Condividi la notizia!

La Giunta Ottaviani ha approvato il Protocollo d’Intesa tra Comuni per la promozione e il rafforzamento della competitività del territorio come destinazione turistica e per la realizzazione del progetto “Latium”.

La rivalutazione del patrimonio storico, paesaggistico e culturale del territorio ciociaro

Al fine di valorizzare il proprio patrimonio storico, paesaggistico, culturale, sportivo, enogastronomico, il Comune di Frosinone ha aderito al progetto che vede Fiuggi quale Ente Capofila, di concerto con i Comuni di Acuto, Alatri, Anagni, Arcinazzo Romano, Collepardo, Ferentino, Filettino, Fumone, Guarcino, Jenne, Olevano, Paliano, Piglio, Serrone, Subiaco, Trevi nel Lazio, Trivigliano, Torre Cajetani, Vallepietra, Veroli e Vico nel Lazio, che agiscono in qualità di Comuni Partner.

La valorizzazione turistica e la fruizione sostenibile

Un territorio che intenda incentivare la valorizzazione turistica e la fruizione sostenibile delle sue risorse naturali, turistiche, culturali, storiche, sportive, artigianali e dell’enogastronomia deve, infatti, individuare iniziative di sviluppo di ampio respiro che prevedano la partecipazione attiva e propositiva di tutti i Comuni limitrofi coinvolti nella sua crescita.

È stato quindi disposto di avviare un rapporto di reciproca collaborazione e integrazione con la finalità di rafforzare l’identità culturale e le potenzialità di sviluppo del territorio creando un “turismo esperenziale”. L’aggregazione di Comuni, oltre a operare per la realizzazione di un’offerta turistica integrata, che tenga conto e valorizzi le identità e le peculiarità di ciascun Ente, si propone di cooperare per realizzare di azioni comuni tese alla creazione di un’ampia politica di marketing nel settore turistico, sia a livello nazionale che internazionale.

Il Protocollo d’Intesa

Il Protocollo d’Intesa è teso alla realizzazione di interventi per la valorizzazione sostenibile dei beni paesaggistici-ambientali, storico-monumentali e culturali del territorio prefiggendosi di valorizzare il turismo locale in tutte le sue declinazioni e accezioni (dal turismo esperienziale quindi culturale, sportivo, enogastronomico, fino a quello religioso, termale e congressuale), mettendo al centro lo sviluppo sostenibile delle risorse esistenti all’interno de rispettivi territori comunali.
Da ciò, sarà possibile attuare un incremento del livello occupazionale nelle attività afferenti all’ambito turistico, con particolare attenzione all’occupazione giovanile, con il miglioramento della qualità della vita delle popolazioni locali e dei turisti.

Il “Progetto Latium”

Le finalità indicate potranno essere realizzate attraverso il “Progetto Latium”, candidato al finanziamento in risposta ad Avvisi emessi da Regione Lazio, Ministero del Turismo, Unione Europea e dagli organi sovra territoriali per la valorizzazione dei singoli asset comunali che saranno individuati dai singoli enti e, anche, attraverso la condivisione di un Centro di Connessione Culturale, ubicato all’interno di ciascun Comune nel quale l’utenza, con l’utilizzo di una piattaforma multimediale, avrà la possibilità di creare, su supporto smartphone e/o cartaceo, il proprio itinerario di viaggio.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".