Frosinone, Ottaviani: ricordare le Foibe e le vittime

Condividi la notizia!

Il contrario dell’amore non è l’odio: è l’indifferenzaha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – L’indifferenza priva l’essere umano della stessa dignità, del diritto a esistere, lo spoglia delle sue caratteristiche; lo rende invisibile. Gli italiani d’Istria, Dalmazia e Venezia Giulia hanno vissuto sulla propria pelle, per anni, il peso dell’indifferenza e dell’oblio, dopo aver subito la tragedia delle persecuzioni, degli eccidi di massa – si pensi ai massacri delle Foibe – e dell’esodo. Per lungo tempo, il dramma vissuto da migliaia di persone è stato occultato, consegnando così queste vite all’indifferenza. Al fine di sanare, parzialmente, questa ferita ancora aperta, è stato istituito il giorno del ricordo, commemorato, dal 2004, il 10 febbraio di ogni anno, divenuto patrimonio culturale e conoscitivo dell’intero Paese. Con il giorno del ricordo, l’Italia si è impegnata, finalmente, a squarciare il velo di indifferenza che ha cancellato dalle pagine di storia le vicende di uomini e donne – appartenenti a ogni credo politico – di anziani e bambini, vittime di una vera e propria campagna di odio e di violenza. Solo attraverso l’esercizio del ricordo e della memoria, possiamo impedire il ripetersi di altre tragedie, che recano con sé l’insopportabile fardello di dolore e ingiustizie. Attraverso l’affermazione della humanitas e dei valori fondanti dell’intera società – l’inclusione, la pace, la solidarietà, la coesione sociale – vanno condannati, quindi, con forza, ogni ideologia e ogni atto che perseguano l’intolleranza e il rifiuto del sentimento democratico. Gli eccidi sono sempre tali, indipendentemente dalla circostanza che le mani che li causano richiamino le pseudo-ideologie di destra o di sinistra”.

Così in una nota il sindaco Frosinone, Nicola Ottaviani.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".