Serie B – Finisce il digiuno allo “Stirpe”: il Frosinone supera 1-0 l’Ascoli

Condividi la notizia!

Il Frosinone ritrova il successo casalingo dopo tre mesi e mezzo: allo “Stirpe” decide un gran gol di Salvi contro un Ascoli mai domo.

Nesta si affida in avanti alla coppia Ciano-Parzyszek, solo panchina per Novakovich e Dionisi. Nell’Ascoli Bertotto lancia dal primo minuto l’ex Kragl come terzino sinistro nel 4-3-3, mentre in mediana spazio al tedesco di origini marocchine Sabiri. Il primo sussulto di gara è del Frosinone: il polacco Parzyszek gira in area, la sfera arriva a Ciano che conclude in controtempo non centrando il bersaglio. Al 4′ si vedono gli ospiti con un colpo di testa di Sabiri che si spegne sul fondo. Un minuto dopo Saric parte in progressione centralmente e conclude con un destro a giro, palla fuori di poco. Al minuto 6 si rivede il Leone: Curado lavora un buon pallone per Salvi che crossa da destra trovando in area proprio l’argentino, la cui schiacciata di testa non trova la porta difesa dall’ex Leali. Tra le fila bianconere il pericolo numero uno è Chiricò, con D’Elia che fa seria fatica a contenerlo. Al 12′ il numero 91 semina il panico accentrandosi da destra e sparando con il mancino verso la porta, ma il pallone viene deviato in angolo da un difensore. Due giri di lancette più tardi ci prova Kragl su punizione da trenta metri che termina alta. La squadra di Nesta si fa vedere su piazzato di Ciano, con la sfera che non trova alcuna deviazione da parte dei compagni e fa la barba al palo a Leali battuto. Sale però la pressione dell’Ascoli: al 29′ Sabiri calcia da venticinque metri costringendo Bardi a rifugiarsi in angolo, mentre al 37′ è ancora Chiricò a cercare la conclusione con un sinistro a giro. Due minuti dopo altra azione da destra della formazione di Bertotto con una bella triangolazione che porta Pucino al tiro, che termina a lato non di molto. In chiusura di tempo si rivedono i padroni di casa prima con un colpo di testa di Salvi e poi con un tiro di Kastanos su invito di Parzyszek bloccato in due tempi da Leali.

Nella ripresa Nesta si gioca la carta Tribuzzi al posto di Kastanos, reduce dal doppio impegno con la nazionale cipriota. Al primo affondo i canarini sfiorano il vantaggio: cross dalla destra proprio del nuovo entrato per Tabanelli che colpisce di testa troppo centralmente. Al 53′ errore di Chiricò che regala palla in area a Tabanelli, ma il numero 21 si fa ipnotizzare da Leali e il suo tiro viene respinto. Un errore davvero incredibile da parte del centrocampista ex Lecce. Mister Nesta cambia la coppia d’attacco inserendo Dionisi e Novakovich per Ciano e Parzyszek. Al 68′ ripartenza frusinate con Dionisi che serve Novakovich in area, l’americano incrocia con il mancino ma Leali si distende e respinge. Il forcing frusinate viene premiato al minuto 75: Salvi fa fuori in dribbling due avversari in area e poi conclude con un destro potente sul quale Leali non può nulla. Al 78′ prova a reagire l’Ascoli con un’incursione di Cavion, il cui destro viene respinto in due tempi da Bardi. Il portiere canarino si erge a protagonista anche nell’azione successiva ribattendo un destro di Pierini. L’arbitro concede quattro minuti di recupero e allo scadere l’Ascoli sfiora il pari con una punizione di Kragl che si stampa sua traversa. Termina così 1-0 per il Frosinone che torna a vincere al “Benito Stirpe” a distanza di tre mesi e mezzo (3 luglio, 2-1 con lo Spezia) e infila il secondo successo di seguito in campionato. Martedì sera alle ore 21 contro la Virtus Entella la possibilità di fare il bis tra le mura amiche.

FROSINONE-ASCOLI 1-0 (0-0)

Frosinone (3-4-1-2): Bardi; Brighenti, Szyminski (17′ Ariaudo), Curado; Salvi, Maiello, Kastanos (46′ Tribuzzi), D’Elia; Tabanelli; Ciano (58′ Dionisi), Parzyszek (58′ Novakovich). A disp.: Iacobucci, Marcianò, Capuano, Rohdén, Ardemagni, Carraro, Vitale, Zampano. All.: Nesta.

Ascoli (4-3-3): Leali; Pucino, Brosco, Spendlhofer, Kragl; Cavion (86′ Matos), Saric, Sabiri (86′ Gerbo); Chiricò (71′ Cangiano), Bajic (55′ Vellios), Pierini. A disp.: Ndiaye, Sarr, Corvo, Ghazoini, Eramo, Sini. All.: Bertotto.

target="_blank"

Arbitro: Federico Dionisi della sezione de L’Aquila.

Marcatori: 75′ Salvi.

Note: partita a porte chiuse. Ammoniti: Ciano (F); Brosco, Tribuzzi (A). Recuperi: 2′ pt; 4′ st.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.