Veroli – Mercato e Ztl, la quiete dopo la tempesta

Condividi la notizia!

Si va avanti a proroghe sino a metà settembre. Dopo le multe ai commercianti i chiarimenti dell’assessore al Commercio

di Egidio Cerelli

La quiete dopo la tempesta. Potremmo sintetizzare in questo aneddoto poetico del grande Leopardi lo status quo del mercato settimanale che si svolge, una parte, snodandosi lungo passeggiata San Giuseppe e l’altra nel centro storico. E proprio oggi è l’appuntamento settimanale del mercato. Ed allora puntuale arriva la precisazione dell’assessore al Commercio dottor Andrea Iaboni dopo che una dozzina di ambulanti hanno dovuto saldare un conto cadauno di trecentomila euro a seguito delle multe sanzionate dai Vigili urbani perché avevano riportato i banchi dal centro storico in via Passeggiata San Giuseppe. Pur avendo chiesto udienza al sindaco ed all’assessore un incontro chiarificatore (a loro detta negato dagli amministratori) per conoscere la consistenza della eventuale proroga scaduta dopo il 31 di luglio per seguitare a ‘mercanteggiare’ in città.

Il comunicato dell’Amministrazione Comunale

“L’avviso pubblicato il 13/8/2020 e approvato con determina del Responsabile del Servizio n. 47/502 riguarda la manifestazione d’interesse a partecipare al mercato settimanale “sperimentale” specializzato nel centro storico,  e trattandosi appunto di una “sperimentazione” non risulta in contrasto con le norme regionali vigenti in materia. L’attuale localizzazione del mercato nel centro storico veniva disposta con ordinanza N.29 del 30/4/2020 in attuazione del DPCM 26/4/2020, che prevedeva lo svolgimento unicamente dei mercati con attività di vendita di soli generi alimentari, nel rispetto delle ulteriori linee guida emanate ed ancora in vigore, che prevedono, tra l’altro, l’ampliamento dell’area mercatale per la prevenzione da infezione epidemiologica da Covid 19 e nulla ha a che vedere con la dislocazione prevista dall’Avviso Pubblico di cui sopra”.

Le dichiarazioni dell’assessore al Commercio

Andrea Iaboni

“L’attuale presenza degli operatori commerciali del settore alimentare, nel centro storico è la soluzione che è stata prontamente adottata dall’amministrazione per consentire l’immediata ripartenza dello svolgimento del mercato settimanale per i settori consentiti dalla normativa nell’interesse degli operatori stessi. Tale soluzione ha consentito di garantire il distanziamento sociale richiesto dalle norme emergenziali, ed ha visto il mercato settimanale svolgersi nella doppia collocazione del centro storico e di Via Passeggiata San Giuseppe a decorrere dal 19/5/2020. L’ubicazione del mercato nel centro storico, di cui all’Avviso del 13/8/2020, è unicamente il tentativo di rivitalizzare e dare nuovo impulso al mercato ampliandone l’area di svolgimento e creando sinergie con le attività commerciali in sede fissa presenti nel nostro centro storico. La procedura avviata con l’avviso per la manifestazione di interesse a partecipare al mercato settimanale sperimentale specializzato nell’area del centro storico – aggiunge il dottor Iaboni – rappresenta la volontà dell’amministrazione di portare avanti un’iniziativa avviata già da tempo. In proposito si ricordano solo gli ultimi atti assunti da questa amministrazione, tra l’altro concordati con le organizzazioni sindacali rappresentative a livello nazionale, per il trasferimento del mercato settimanale, sempre in via sperimentale, nel centro storico, tra cui la Delibera di G.C. n. 129 del 28/11/2019”.

Il rispetto del distanziamento

L’ubicazione disposta per rispettare il distanziamento di cui alle linee guida è da riferirsi al nuovo avviso pubblico solo in relazione alla risposta positiva, maturata nel corso delle settimane a partire dal 5 maggio 2020, che rappresenta un incentivo ad avviare questa nuova procedura “sperimentale”. Si sottolinea che, l’avviso pubblico, di cui sono aperti i termini per aderire allo stesso fino al 15 settembre è rivolto a nuovi operatori del settore alimentare, ortofrutticolo, florovivaistico e produzione propria, senza togliere la possibilità agli attuali operatori, spostati temporaneamente per l’emergenza epidemiologica, di aderire allo stesso qualora ne ravvisino l’opportunità o di riposizionarsi nel posteggio originario di passeggiata S. Giuseppe ad emergenza cessata.
“All’esito della “fase sperimentale” per effetto del nuovo avviso pubblico di cui sono aperti i termini, l’Amministrazione – conclude l’assessore Dott. Andrea Iaboni – si avranno gli elementi per valutare l’eventuale istituzione del mercato nel centro storico con l’attivazione della procedura prevista dalla normativa regionale”.
Dunque, tutto sembra essere tornato nella normalità.

Proroga Ztl sino al 13 settembre

Intanto è stata prorogata al 13 settembre la zona a traffico limitato nel centro di Veroli. Il comunicato arriva direttamente dagli uffici della Polizia municipale di largo Arenara.
“Il sindaco, Simone Cretaro, di concerto con il consigliere delegato alla Polizia locale, Germano Caperna, ha partecipato al comandante della polizia locale verolana, Massimo Belli, di emanare una ordinanza che procrastini al 13 settembre la Ztl che attualmente sta regolando il traffico veicolare nel centro storico verolano. La decisione è maturata in virtù del prolungarsi della stagione estiva, con tutte le difficoltà create dalla emergenza Covid, e soprattutto dal fatto di dare la possibilità a turisti e cittadini di godere della bellezza del salotto naturale che è il centro storico di Veroli, senza dover fare degli slalom tra le autovetture che frequentemente circolano senza meta per le vie medievali del centro, se non quella del “vedere chi c’è”. Quindi una decisione ponderata e auspicata da molti cittadini che potranno ancora per alcuni giorni godere delle belle passeggiate a Veroli centro storico senza il timore per loro ed i loro figli di dover evitare automobilisti al volante di veicoli sempre più potenti e pericolosi”. Ma secondo voi basta solo una ZTL per risolvere i problemi atavici del Centro storico, non solo per gli automobilisti, ma soprattutto per i commercianti? Il Covid, comunque ci ha insegnato tanto, in modo particolare facendoci riflettere sul nostro modus vivendi spesso in balia di inutili chiacchiere.

Condividi la notizia!

Egidio Cerelli

Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it" e del settimanale cartaceo "Tu News", inizia a collaborare con il Messaggero il 29 aprile 1973, quindi con il Corriere di Frosinone, Radio Frosinone, TeleUniverso e Itr, per le telecronache del Frosinone Calcio e del Basket Veroli. Quindi Extra Tv, Ciociaria Oggi, La Provincia Quotidiano e Tg24. Organizzatore di numerosi eventi tra cui la Biennale del Ferro Battuto, Premio Veroli con Mogol, Premio Valente con Gaetano Castelli.