Frosinone: teatro, musica e cabaret tra le porte

Condividi la notizia!

Grande partecipazione di pubblico (nel rispetto delle normative in materia di distanziamento sociale) e… tanti applausi per le performance di “Teatro musica e cabaret tra le porte”.

La manifestazione, ideata dall’amministrazione Ottaviani nonostante le difficoltà legate al periodo, si terrà fino al 28 agosto, con inizio alle 21.30 sempre con ingresso rigorosamente gratuito: l’organizzazione della rassegna è stata curata dagli assessorati al centro storico e alla cultura, coordinati rispettivamente da Rossella Testa e Valentina Sementilli, con il consigliere delegato ai grandi eventi Gianpiero Fabrizi, in collaborazione con Atcl e con il prezioso contributo della Banca Popolare dei Frusinate.

Gli appuntamenti

Giovedì 30 luglio sarà la volta dell’anteprima della “Lisistrata” con Marisa Laurito, Mario Scaletta, Monica Guazzini; regia Nicasio Anzelmo, dalla celebre commedia di Aristofane.

È uno spettacolo pensato in un periodo di “guerra”, di altra natura (ma sempre di guerra si tratta): è un gioco, una gioiosa commedia musicale, dove Lisistrata e i personaggi, aiutati dalle canzoni, narrando cos’è la guerra, invitano ad usare l’antidoto per riportare la pace. Lisistrata convoca numerose donne di Atene e altre città per discutere un importante problema. A causa della guerra del Peloponneso, infatti, gli uomini sono perennemente impegnati nell’esercito e non hanno più il tempo di stare con le proprie famiglie. Lisistrata propone allora alle altre donne di fare uno sciopero…

Venerdì 31 luglio spazio al cabaret con Marco Passiglia. Monologhi, canzoni, storie senza finali e tante risate per capire che a volte, per ritrovare la felicità, parafrasando il titolo dello spettacolo… Non ci resta che ridere! Marco Passiglia è un comico, musicista e cantante romano. Inizia a suonare la chitarra a otto anni. Ha studiato per tre anni teatro sperimentale al Piccolo Re Di Roma e lavorato in diversi teatri tra cui il Sistina di Roma con Rodolfo Laganà. Il suo umorismo si basa sull’alternanza di stili. Insieme alla chitarra, all’ukulele e al guitalele, passa dal monologo alla canzone comica, ridipingendo le varie stagioni umane in una dimensione spietatamente ironica. Ha partecipato a trasmissioni come “Tu si que vales” e “Colorado” e ha vinto nel 2009 il Premio Troisi come migliore attore comico.

Sabato 1° agosto ancora cabaret con “Se il futuro è nero rivoglio Pelè!”, di Marko Tana. Si alterneranno monologhi e personaggi sia legati al passato sia a tempi più recenti. L’improvvisazione e l’interazione con il pubblico rappresentano la centralità dello show. Divertimento e tante risate assicurate! Marko Tana inizia ad esibirsi insieme al suo compagno Roberto in diversi locali della capitale (Salone Margherita, Palacavicchi, Palacisalfa, Centrale del Tennis al Foro italico, All’Ombra del Colosseo) con il nome di Tanaliberatutti. La loro esperienza si evolve animando i migliori Villaggi Vacanze d’Italia e nel mondo. La fortunata trasmissione Tv Manicomico li ha messi in evidenza e da allora Marko non si è più fermato.

Domenica 2 agosto andrà in scena “Dal Vesuvio al Cupolone” con Sandro Scapicchio e Gino Auriuso e il loro repertorio vasto e variegato, che citerà mostri sacri come Petrolini, Viviani, Taranto, Totò, Trilussa, De Filippo, Belli. Cosa hanno in comune autori così diversi? Scapicchio e  Auriuso mostreranno al pubblico come mondi paralleli si possano incontrare, mescolandosi per dare vita a qualcosa di unico: il teatro romano e quello napoletano, l’avanspettacolo e il varietà convergono per dar vita a uno show  coinvolgente, dove la migliore romanità e l’energia partenopea creano una dirompente ed irresistibile comicità.

Sempre dal giovedì alla domenica, proseguirà anche la Terrazza del Belvedere, con food e drink, arte, musica nell’isola pedonale, tra Corso della Repubblica, via Maccari fino a largo Turriziani, progetto realizzato con gli assessorati al commercio (coordinato da Antonio Scaccia) e centro storico. 

Frosinone, teatro musica e cabaret tra le porte è, anche quest’anno, con ingresso rigorosamente libero. Prenotazione telefonica obbligatoria, fino ad esaurimento posti, nel rispetto delle norme sanitarie, allo 0775/1893548, nei seguenti giorni e orari: dal lunedì al giovedì, 9.30 – 12.30; dal giovedì alla domenica, 16.30 – 18.30. Il pubblico dovrà presentarsi all’ingresso di piazzale Vittorio Veneto munito di mascherina, che potrà poi rimuovere e riporre appena seduto in platea per assistere allo spettacolo.

Coloro che avranno effettuato la prenotazione saranno attesi fino a 15 minuti prima dell’inizio degli spettacoli, dando la possibilità dell’ingresso nell’area agli altri spettatori, in caso di assenza, sempre allo scopo di garantire il distanziamento sociale, che non potrà essere inferiore alla misura di un metro. www.comune.frosinone.it.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *