Come organizzare un ufficio casalingo in modo intelligente ed efficace

Condividi la notizia!

L’emergenza Coronavirus ha favorito lo sviluppo del cosiddetto smartworking, cioè il lavoro da casa, andando un po’ a stravolgere le abitudini di professionisti e lavoratori.

Anche dopo la fine della quarantena molte persone hanno continuato a lavorare casa, una situazione che potrebbe perdurare a lungo. Per prima cosa bisogna fare una netta distinzione tra spazi personali e spazi lavorativi.

Questa nuova situazione richiede una maggiore organizzazione, per ottimizzare il lavoro e ridurre lo stress.

Bisogna trovare una postazione adeguata e stabile, non necessariamente molto grande, ma capace di tenere in ordine tutte le proprie cose.

Anche i sottoscala o le mansarde, se predisposti in maniera adeguata ed intelligente, possono trasformarsi in uffici domestici dove lavorare in totale tranquillità.

L’ufficio casalingo, composto generalmente da elementi standard come una sedia, una scrivania ed un pc, va collocato lontano dal passaggio di persone, rumori molesti o altre fonti di distrazione.

Vanno eliminati tutti gli oggetti superflui, così da ottimizzare gli spazi a disposizione. I cavi rappresentano un ingombro fastidioso, quindi vanno attaccati con un nastro oppure coperti da appositi copri-cavi.

L’utilizzo di mouse, tastiere e stampanti wireless consente di ridurre ulteriormente il numero di cavi per ricavare maggiore spazio.

L’illuminazione è un aspetto fondamentale, soprattutto per chi sta molto tempo davanti al pc. Bisogna quindi predisporre l’ufficio in modo tale da sfruttare al massimo la luce solare. Sarebbe poi una buona norma dotarsi di uno schermo salva-vista e sedersi correttamente davanti al computer, evitando posture errate che possono influire negativamente sulla vista ed anche sulla zona lombare.

L’etichettatura dei propri oggetti è un’altra azione fondamentale per realizzare un ufficio casalingo efficace e pratico. Gli armadietti ed i contenitori, stipati sulle mensole o sulla scrivania, possono essere individuati più facilmente con le etichette, recuperando tempo prezioso da destinare al lavoro.

Per un maggiore ordine visivo è consigliabile anche etichettare le cartelline, preferibilmente in ordine alfabetico, per trovare immediatamente i documenti o le fatture di cui si ha bisogno.

Bisogna scegliere etichette di ottima qualità, come quelle proposte da RAJA, che consentono di identificare rapidamente i propri oggetti e le proprie cartelline.

L’offerta di RAJA è molto ampia e comprende prodotti per ogni attività come buste adesive portadocumenti, etichette per l’imballaggio, etichette stampabili, per l’identificazione, dispenser ed etichette ecologiche.

Per i professionisti che usano molto i libri, come professori, avvocati e notai, possono tornare molto utili scaffali e mensole, dove riporre ordinatamente i singoli tomi.

Infine un ultimo consiglio: alla fine di ogni giornata lavorativa, è opportuno dare una sistemata all’ufficio. Archiviare i documenti, eliminare carte e cartacce che non servono più, rimettere a posto penne e libri e spolverare la tastiera sono operazioni rapide che danno un maggior senso di ordine e pulizia.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *