Tv e auto di lusso: la truffa viaggia su internet. Tre denunce tra Pontecorvo e San Giovanni Incarico

Condividi la notizia!

In un caso hanno chiesto un acconto di 5.000 euro per una Bmw X4. Nell’altro hanno ottenuto addirittura il pagamento totale della somma per un televisore. Ma entrambi erano truffe studiate ad arte per intascare denaro da ignari acquirenti della rete.

I carabinieri di Pontecorvo hanno denunciato un 31enne, commerciante di autovetture ed una 43enne, entrambi di origini rumene e residenti rispettivamente nelle province di Roma e Treviso che, dopo aver messo in vendita una lussuosa autovettura BMW X4 in un sito internet specifico e dedicato alla vendita di auto usate, hanno chiesto alla vittima, una 62enne del posto, il pagamento di un acconto di 5.000 euro tramite un bonifico bancario da eseguirsi sul conto corrente intestato alla 43enne.

Una volta ricevuto il bonifico con la somma richiesta però, i due si sono resi irreperibili alla vittima e, quindi, la vendita dell’auto non è stata portata a termine. Da ulteriori accertamenti, inoltre, i carabinieri hanno accertato che l’autosalone, di proprietà della società intestata al 31enne, è risultato inesistente.

La truffa della tv

A San Giovanni Incarico, invece, i carabinieri hanno denunciato un 28enne residente nella provincia di Taranto e già gravato da vicende penali per reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di armi, che, aveva messo in vendita un televisore sul sito ‘ebay.it’.

Dopo aver ricevuto la somma di 212 euro da un 61enne di San Giovanni Incarico sulla propria postepay, si è reso irreperibile senza spedire il televisore come concordato.

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE