TRAMPOLINO ELASTICO – “L’Acrobatic Sport Ceccano emigra a Prossedi

Condividi la notizia!

Lo annuncia il presidente Gargaruti. Un grande in bocca al lupo alla nostra Compagnone

E’ tempo di allenamenti estivi anche per il Trampolino Elastico: da lunedì i ginnasti della nazionale italiana sono a Fano per un collegiale che andrà avanti fino al 18 Luglio. Tra i convocati del direttore tecnico nazionale Giuseppe Cocciaro c’è anche la ceccanese Rachele Compagnone dell’Acrobatic Sport. Questi comunque i convocati: Sofia Antoniani (Milano 2000); Chiara Cecchi (Etruria Prato); Silvia Coluzzi (Busen Nettuno); Rachele Compagnone (Acrobatic Sport); Giorgia Giampieri (Ginnastica Chiaravalle); Isabella Murgo (Milano 2000); Sofia Pellissier (Bentegodi Verona); Letizia Radaelli (Milano 2000); Marco Lavino (Ginnastica Brindisi); Edoardo Lo Prete (Reale Ginnastica Torino); Edoardo Martin (Reale Ginnastica Torino); Samuele Colonna Patisso (Milano 2000); Andrea Radaelli (Milano 2000); Marco Tonelli (Alma Juventus Fano) e Flavio Cannone (Esercito Italiano). Saranno seguiti dai tecnici preposti Matteo Martinelli, Luigi Meda (responsabili dell’allenamento), la ceccanese Tiziana Cerroni, Andrea Anceschi e Anatoly Titov per il periodo 5-11 luglio e Roberto Girelli dal 12 al 18 luglio.
Intanto, alla vigilia del decimo anniversario dalla costituzione dell’Acrobatic Sport, si registrano alcune importanti novità che l’attuale presidente Antonio Gargaruti ha voluto comunicare: “Le vogliano condividere – esordisce – con tutti i nostri sostenitori, tifosi, atleti, amici e con tutti coloro che fanno parte di questa nostra splendida realtà alcune. In questi dieci anni molto è stato fatto, molti sono stati i podi raggiunti, i riconoscimenti che ci sono arrivati da più parti, le gioie di cui abbiamo goduto insieme e molti, moltissimi sono stati i sacrifici, le delusioni, i momenti di sconforto che, sempre insieme, abbiamo vissuto”.

Rachele Compagnone


Ed ora stanno arrivando anche altre gradi soddisfazioni? “Il palmares della nostra società e dei nostri atleti è cresciuto costantemente nel corso di questo periodo e ora abbiamo l’onore e l’orgoglio di annoverare tra le nostre fila ben due atlete di interesse nazionale. Non era mai successo che una società, in fin dei conti piccola e inserita in una realtà di provincia, raggiungesse, in un arco temporale relativamente breve, tali vertici e si trovasse a competere con società sportive che possono contare su mezzi, impianti e strutture ben più rilevanti”.
I ringraziamenti sono pertanto doverosi? “Proprio per questo trovo doveroso ringraziare il nostro direttore tecnico Tiziana Cerroni, e la nostra tecnica, professoressa Loredana Masi, donne di cui conosciamo tutti qualifiche, ruoli, cariche ricoperte, riconoscimenti conseguiti, qualità personali e i nuovi tecnici che da qualche anno si sono inseriti nella nostra famiglia. In un mondo in cui nulla si improvvisa, in cui nulla può darsi per scontato, in cui è facile ritrovarsi da un momento all’altro “fuori dal podio”, Tiziana e Loredana, con i loro sacrifici personali, con la loro abnegazione, con la loro costanza, la loro caparbietà, con le loro esperienza e professionalità sono state le vere artefici e le vere demiurghe dell’Acrobatic Sport. Senza di loro niente di tutto quello che stiamo vivendo sarebbe avvenuto. Un ringraziamento altrettanto dovuto va rivolto alle ragazze e ai ragazzi che sono stati parte attiva della nostra storia, alle loro famiglie, sempre presenti e sempre disponibili a dare una mano in ogni momento, sempre pronte a seguirci nelle nostre nuove sedi di allenamento”.
Avete dovuto affrontare tante emergenze per quanto riguarda soprattutto le strutture? “In dieci anni più volte abbiamo avuto, infatti, la necessità di reperire delle palestre in cui poter svolgere la nostra attività: il Palazzetto dello Sport di Ceccano, la palestra dell’Istituto Comprensivo di Castro dei Volsci, la palestra dell’I.C. Ceccano1, solo per citarne alcuni. Ogni volta abbiamo trovato amministratori pubblici e dirigenti scolastici che ci hanno sostenuto e accolto (come non ricordare e ringraziare i sindaci di Ceccano e quello di Castro dei Volsci, la preside Marzella, la preside Carlini e la preside Colandrea) e ogni volta abbiamo dovuto condividere con altre realtà (sportive o scolastiche) gli spazi che ci venivano concessi, con gli inevitabili disagi che da ciò derivavano per l’alloggiamento e la sistemazione dei nostri attrezzi sportivi”.
Dal 1° luglio però si è aperta una nuova fase? “Rispondendo a un bando pubblico del Comune di Prossedi, con la cui amministrazione comunale, guidata dal sindaco avvocato Angelo Pincivero ci auspichiamo di collaborare proficuamente, ci è stata concessa in locazione una parte degli impianti sportivi comunali e ora abbiamo una struttura di 650 metri quadri a nostra completa disposizione, immersa nel verde, con tutte quelle caratteristiche tecniche (soprattutto in altezza) e con tutti i nostri attrezzi (trampolini olimpici solo per citare i principali) che ci consentiranno di svolgere con ancor più sicurezza e comodità tutte le nostre attività. Ci siamo consultati con gli organismi federali regionali che ci hanno assicurato fattiva collaborazione anche in questa nuova avventura. Il polo tecnico regionale di Trampolino Elastico sarà a Prossedi, così come pure tutti gli altri nostri progetti promossi dal Coni, come ad esempio quello che ci ha visti protagonisti per il centro di orientamento e avviamento allo sport.
Si aprono quindi prospettive e aspettative di notevole interesse? “Continueremo ad essere una grande società con ancor maggiori prospettive di crescita – conclude l’avvocato Antonio Gargaruti – con orizzonti più ampi e con ancor più rilevanti ed iridati obiettivi da raggiungere. Alle ragazze e ai ragazzi del nostro vivaio auguro di continuare a crescere e condividere con noi ancora moltissimi momenti di fatica, gioia, entusiasmo. Allo staff tecnico auguro di continuare a trasmettere agli atleti competenza, forza, esperienza, spirito sportivo. Ai genitori auguro di continuare a essere la nostra grande famiglia. All’Acrobatic Sport infine auguro di continuare a essere quello che già è. In qualità di presidente non posso davvero augurami una cosa diversa”.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *