Coronavirus, nuovo caso in Ciociaria. Al via 300mila test per l’indagine sierologica

Condividi la notizia!

“Un nuovo caso positivo in provincia di Frosinone e zero decessi. Ventisei sono le persone uscite dalla sorveglianza domiciliare. Saranno operative due postazioni di tampone drive in per indagine di sieroprevalenza: una presso l’Ospedale di Cassino e una presso l’ospedale di Sora”. Lo ha comunicato la Regione Lazio in una nota ufficiale pubblicata sui canali social di “Salute Lazio”.  I contagi totali nel Lazio ammontano a 47.

L’intervento di Zingaretti

“Saranno 300mila i test sierologici che saranno avviati da lunedì prossimo nella Regione Lazio, ben 10mila al giorno. “Una nuova fase nello sviluppo delle strategie di contrasto al Coronavirus con una indagine attraverso i test sierologici che servirà per aprire una stagione in sicurezza”: così l’ha definita il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nel corso di una videoconferenza dall’Istituto Spallanzani spiegando le modalità di avvio di 300mila test sierologici nel Lazio. Erano presenti anche l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato e il direttore scientifico dello Spallanzani, Giuseppe Ippolito. “Questi test sierologici porteranno ad una mappatura importante – ha spiegato Zingaretti – facilitando anche l’individuazione di eventuali contagi nel più breve tempo possibile potendo così intervenire con più rapidità”.Oltre all’indagine con i test sierologici, “sarà obbligatorio il vaccino antinfluenzale per i cittadini over 65 – ha ricordato Zingaretti – una scelta sempre per garantire il contrasto al virus e all’insegna della sicurezza per i cittadini più a rischio”.

Le parole di D’Amato

“Questo test è rivolto innanzitutto ai soggetti maggiormente esposti nella battaglia contro il coronavirus”. Ha aggiunto l’assessore D’Amato“Partiremo lunedì e l’attività durerà almeno 30 giorni. Noi abbiamo una capacità produttiva dei nostri laboratori nel processare i test sierologici di 10mila unità al giorno. E contiamo già intorno al 25 di questo mese di avere i primi risultati”, ha evidenziato D’Amato.

Un secondo step partirà invece una settimana dopo “e riguarderà i laboratori autorizzati, sono 172 a livello regionale, con la stessa tecnica del prelievo venoso. Il cittadino potrà accedervi con la prescrizione del medico curante. Ci si potrà recare in questi laboratori e ci sarà l’esecuzione del test”. Verrà fatto il test sierologico “che sarà in prevalenza venoso, ma in particolari circostanze come gli istituti penitenziari avverrà con modalità di prelievo capillare – ha proseguito l’assessore – In caso di positività il soggetto verrà sottoposto immediatamente a tampone nasofaringeo. Se l’esito del tampone è negativo, vorrà dire che il contatto con il virus è avvenuto in passato. In caso sia positivo, il soggetto va posto in isolamento dal medico curante”.

D’Amato ha spiegato che “questo test di sieroprevalenza è rivolto innanzitutto a sanitari e forze dell’ordine. Riguarderà tutti gli operatori sanitari – medici di medicina generale, pediatri, specialisti, farmacisti e anche gli operatori di tutte le strutture private accreditate al Servizio sanitario regionale – e coinvolgerà anche chi si occupa della pulizia, di fornire servizi anche esternalizzati, gli Oss (Operatori sociosanitari), così come gli operatori delle Rsa, che sono state uno degli elementi maggiormente significativi a livello nazionale” nell’epidemia di Covid-19. “Questa platea è di circa 100mila operatori. Poi il test riguarderà le forze dell’ordine, una platea di oltre 60mila operatori“.

Tutte le asl

  • Asl Roma 1: 16 nuovi casi positivi. 11 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Saranno operative 2 postazioni di tampone drive in per indagine di sieroprevalenza: 1 presso la Casa della Salute di Via Clauzetto e 1 presso l’Azienda Ospedaliera San Giovanni.
  • Asl Roma 2:   9 nuovi casi positivi. Deceduta una donna di 95 anni con patologie pregresse. 5 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Saranno operative 2 postazioni di tampone drive in per indagine di sieroprevalenza: 1 presso il Policlinico Campus Biomedico e 1 presso la Casa della Salute Santa Caterina della Rosa.
  • Asl Roma 3: 2 nuovi casi positivi. 30 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Saranno operative 2 postazioni di tampone drive in per indagine di sieroprevalenza: 1 presso la direzione generale di Casal Bernocchi e 1 presso l’ex presidio del Forlanini.
  • Asl Roma 4:  2 nuovi casi positivi. 159 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Saranno operative 2 postazioni di tampone drive in per indagine di sieroprevalenza: 1 presso l’Ospedale di Civitavecchia e 1 presso l’Ospedale di Bracciano.
  • Asl Roma 5: 7 nuovi casi positivi. 59 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Saranno operative 2 postazioni di tampone drive in per indagine di sieroprevalenza: 1 presso il Centro Agroalimentre di Guidonia e 1 a Colleferro, Via degli Esplosivi.
  • Asl Roma 6: 7 nuovi casi positivi. Deceduto un uomo di 68 anni con precedenti patologie. 85 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Da martedì 12 Maggio operativi i primi due moduli della RSA pubblica di Albano per 27 posti letto. Sarà operativa 1 postazione di tampone drive in per indagine di sieroprevalenza: 1 presso l’Ospedale dei Castelli.
  • Asl Frosinone: 1 nuovo caso positivo. 0 decessi. 26 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Saranno operative 2 postazioni di tampone drive in per indagine di sieroprevalenza: 1 presso l’Ospedale di Cassino e 1 presso l’Ospedale di Sora.
  • Asl Latina: 2 nuovi casi positivi. 2 decessi: 2 uomini ultraottantenni con gravi patologie pregresse. 72 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Saranno operative 2 postazioni di tampone drive in per indagine di sieroprevalenza: 1 presso l’Ospedale Goretti di Latina e 1 a Gaeta, Piazza di Liegro.
  • Asl Rieti:1 nuovo caso positivo. 0 decessi. 1 persona è uscita dalla sorveglianza domiciliare. Sarà operativa 1 postazione di tampone drive in per indagine di sieroprevalenza presso Piazzale Istituto D’Arte di Rieti.
  • Asl Viterbo: Non risultano nuovi casi positivi. 0 decessi. 3 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Sarà operativa 1 postazione di tampone drive in per indagine di sieroprevalenza presso l’Ospedale Belcolle di Viterbo.
  • Azienda Ospedaliera Sant’Andrea:  4 pazienti sono guariti. Operativo il laboratorio per il test #covid19 H24.
  • Azienda Ospedaliera San Camillo: Non si registrano nuovi casi positivi in accesso al pronto soccorso negli ultimi 4 giorni. Operativo il laboratorio per il test #covid19 H24.
  • Azienda Ospedaliera San Giovanni: Operativo il laboratorio per il test #covid19 H24.
  • Policlinico Umberto I: 88 pazienti ricoverati di cui 5 in terapia intensiva. 4 pazienti guariti.
  • Policlinico Tor Vergata: 68 pazienti ricoverati di cui 5 in terapia intensiva. 6 pazienti guariti.
  • Policlinico Gemelli: 89 pazienti ricoverati al Covid Hospital Columbus di cui 15 in terapia intensiva.
  • Policlinico Campus Biomedico di Roma: 31 pazienti ricoverati al Covid Center Campus Biomedico di cui 13 in terapia intensiva. 2 pazienti ultraottantenni sono guariti.
  • Ospedale Pediatrico Bambino: nella giornata di ieri 1 bambino di 2 anni dimesso clinicamente guarito, i pazienti ricoverati al centro Covid di Palidoro restano 11: 9 bambini e 2 mamme. Buone condizioni generali per tutti i ricoverati.
  • Ares 118: Operativo al numero verde 800.118.800 il servizio di assistenza psicologica per i cittadini.
  • IFO – Operativo il laboratorio per il test sierologico e il laboratorio per il test COVID H24 

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE