Nel Lazio 114 contagi: in Ciociaria 12 nuovi casi. Zingaretti firma l’ordinanza sui vaccini obbligatori

Condividi la notizia!

Si è conclusa, alla presenza dell’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato, l’odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl, Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù. In provincia di Frosinone si registrano 12 nuovi casi positivi. Trentasei le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli presso le RSA e case di riposo del territorio.

Le parole dell’assessore

“Oggi registriamo un dato di 144 casi di positività e un trend stabile al 2,6%, ma sono in calo i ricoveri in ospedale. E’ stata costituita un’apposita Commissione regionale per svolgere gli audit di verifica del rispetto delle disposizioni impartite. Sono 365 le strutture per anziani ispezionate su tutto il territorio. Si amplia la forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare(18.368) e coloro che sono entrati in sorveglianza(11.767) più di 6 mila unità. Per quanto riguarda i guariti è un record saliti di 58 unità nelle ultime 24h per un totale di 978,mentre i decessi sono stati 16 e i tamponi effettuati oltre 85 mila” ha affermato l’Assessore D’Amato.

La decisione

Intanto è stata firmata l’ordinanza dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti , su proposta dell’Assessore alla Sanità, Alessio D’Amato per rendere obbligatoria la vaccinazione antinfluenzale e anti pneumococcica per tutti i cittadini over 65 anni e tutto il personale sanitario.L’obbligo sarà a decorrere dal 15 settembre 2020 in concomitanza con l’inizio della campagna di vaccinazione regionale. La mancata vaccinazione per il personale sanitario comporterà l’inidoneità temporanea allo svolgimento della mansione lavorativa ai sensi del Dg. 81. La mancata vaccinazione per le persone ultra 65 anni comporterà l’impossibilità di accedere a centri anziani o altri luoghi di aggregazione che non consentano di garantire il distanziamento sociale, inoltre vi è una forte raccomandazione per effettuare il vaccino antinfluenzale per tutti i bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 6 anni attraverso il pieno coinvolgimento dei pediatri di libera scelta. 

“Con questa ordinanza il Lazio raccoglie l’appello lanciato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per ridurre i fattori confondenti per il COVID-19 in presenza di sintomi analoghi” commenta Zingaretti. “E’ una grande operazione di tutela della salute pubblica. Ricordiamo inoltre che ogni anno sono numerosi i decessi per complicanze soprattutto nelle persone più fragili e croniche” conclude D’Amato.

Le altre Asl

 Asl Roma 1 – 17 nuovi casi positivi. 2.243 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli presso le 90 strutture residenziali per anziani del territorio;

Asl Roma 2 – 28 nuovi casi positivi di cui la maggior parte riferibili a diverse comunità religiose del territorio. 13 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. I tamponi eseguiti a Rebibbia, Selam Palace e Casa Iride sono tutti negativi. Selam Palace si avvia a conclusione della sorveglianza, si manterranno prescrizioni;

Asl Roma 3 – 10 nuovi casi positivi di cui 9 in isolamento domiciliare. Deceduto un uomo di 89 anni con precedenti patologie. 2.023 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare;

Asl Roma 4 – 38 nuovi casi positivi di cui 34 riferibili alla RSA Bellosguardo, Istituito il cordone sanitario da parte della Prefettura, si ringrazia il Prefetto per la collaborazione. 2.728 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare;

Asl Roma 5 – 14 nuovi casi positivi. 2.325 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare;

Asl Roma 6 – 15 nuovi casi positivi. 4 decessi: una donna di 72 anni, una donna di 87 anni, un uomo di 91 anni e un uomo di 73 anni, tutti con patologie pregresse. 58 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continua il cordone sanitario e Audit presso RSA San Raffaele Rocca di Papa e presso Villa Nina di Marino. Monitorata anche RSA Villa delle Querce;

Asl di Latina – 9 nuovi casi positivi in isolamento domiciliare. 6.284 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare;

Asl di Viterbo – 1 nuovo caso positivo. Deceduto un uomo di 88 anni. 2.637 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli nelle RSA e case di riposo del territorio. A Celleno, in collaborazione con la Croce Rossa, si è attivato un sistema di videochiamata tra i pazienti e i famigliari;

Asl di Rieti – Non si registrano nuovi casi positivi nelle ultime 72 ore. 1 paziente è deceduto. 21 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare;

Policlinico Umberto I – 131 pazienti ricoverati di cui 19 in terapia intensiva. 0 decessi e 5 pazienti guariti. Eseguiti in sorveglianza sanitaria test su 302 operatori, solo 2 positivi (0,6%);

Azienda ospedaliera San Camillo – Da lunedì 20 aprile operativo anche il turno notturno del laboratorio per il test COVID. Deceduto un uomo di 43 anni;

Azienda sanitaria Sant’Andrea – Deceduta una donna di 69 anni. 110 pazienti ricoverati di cui 18 in terapia intensiva. 4 pazienti guariti;

Azienda Ospedaliera San Giovanni – Non si registrano nuovi casi positivi in accesso al pronto soccorso negli ultimi 5 giorni;

Policlinico Gemelli – 2 decessi: una donna di 93 anni e una donna di 83 anni. 153 pazienti ricoverati di cui 28 in terapia intensiva. 16 pazienti dimessi. Al Marriott Hotel 114 pazienti in isolamento domiciliare;

Policlinico Tor Vergata – Il 56% di tutto il personale è stato sottoposto a sorveglianza sanitaria. Deceduto un uomo di 73 anni;

Ares 118 – Operativo al numero verde 800.118.800 il servizio di assistenza psicologica per i cittadini;

Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – Ultime 24 ore 67 pazienti valutati come sospetti ma 1 solo paziente risultato positivo. In reparto in totale 14 casi ricoverati di cui 8 Bambini e 6 familiari positivi;

Università Campus Bio-Medico – 29 pazienti ricoverati di cui 13 in terapia intensiva e 16 in medicina COVID al Covid Center Campus Biomedico. Nessun ritardo nell’esito dei tamponi effettuati per la RSA San Raffaele di Rocca di Papa, processati 330 tamponi con un tempo medio di refertazione di 1,96 giorni.  

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE