Battaglini si candida a sindaco di Patrica: un trampolino di lancio per la Regione

Condividi la notizia!

Samuel Battaglini ha annunciato la sua candidatura a Sindaco di Patrica, in alternativa all’uscente Lucio Fiordalisio, spiazzando tutti quelli che davano per scontata la sua candidatura nella lista del primo cittadino, il quale, dopo una riflessione interna alla sua compagine, ha preferito escludere Battaglini. Tra i due il rapporto pare essere ottimo e non si spiega, quindi, questa scelta di correre divisi, almeno apparentemente.

In molti sono convinti che sono due facce della stessa medaglia. In ogni caso Battaglini, vicepresidente nazionale di Anci Giovani, pare abbia mal digerito il doversi candidare a Sindaco per tornare in Consiglio, andando incontro ad una sconfitta quasi certa. E starebbe ora lavorando ad una lista di fedelissimi pronta a fargli raccogliere il maggior numero di voti possibile. Sarebbe, quindi, politicamente impazzito? Assolutamente no, analizzando bene la situazione. Questa condizione, infatti, non solo gli permetterà di tornare in Consiglio comunale eleggendo se stesso e verosimilmente altri tre consiglieri (e quindi di mantenere il ruolo di primo piano in Anci) ma al tempo stesso gli aprirà due strade. La prima è quella di aver gettato le basi mirare alla poltrona di primo cittadino tra cinque anni, quando Fiordalisio non potrà più ricandidarsi; la seconda, sicuramente più probabile, è quella di crearsi un trampolino di lancio per la Pisana.

Qualora dovesse riuscire a superare i 400 voti con una lista formata da suoi elettori, infatti, Battaglini già dal giorno successivo potrebbe correre a Roma a far pesare tale ampio consenso, che gli consentirebbe di partire da Patrica con un peso importante. Un peso che andrebbe a sommarsi, tra l’altro, alla rete di amministratori e dirigenti di partito che dal momento del suo ingresso in Fratelli d’Italia sta silenziosamente costruendo.

In fondo da Cacume, in linea d’aria, il Consiglio Regionale non è poi così lontano…

Condividi la notizia!

Marco Ceccarelli

Marco Ceccarelli è giornalista e fotoreporter, attualmente Direttore di TuNews24.it. Ha iniziato la sua carriera nel 2004 presso il quotidiano Ciociaria Oggi, occupandosi prima di cultura e spettacolo come collaboratore e passando successivamente alla cronaca nera come redattore, quindi responsabile della cronaca nera provinciale fino al 2014. Nel frattempo ha ricoperto il ruolo di Direttore Responsabile di alcune riviste locali, come Beautycase, diventando poi corrispondente del quotidiano nazionale Il Giornale per le province di Frosinone e Latina. Quindi, dopo aver fondato nel 2013 la società di Comunicazione e Marketing Globalpress S.r.l., è entrato a far parte del Gruppo Editoriale Perté, ricoprendo in un primo momento il ruolo di Direttore Editoriale del mensile Perté Magazine e della web radio Radio Perté, successivamente anche del settimanale cartaceo Perté Week e del quotidiano web Perté Online. Sempre nell’ambito di tale progetto ha prestato servizio presso l’emittente Lazio Tv, dove ha ideato diverse trasmissioni televisive e radiotelevisive. Dopo tali esperienze nel 2015 ha deciso, con l’avvento del Frosinone Calcio in serie A, di fondare il settimanale “Tu Sport” di cui è Direttore Responsabile e, pochi mesi dopo, ha dato vita anche al settimanale generalista Tu News. Nel frattempo ha accettato l’incarico di Direttore Responsabile della rivista mensile Frosinone In Vetrina” In ultimo (ma solo per ora) nel ha dato vita al settimanale Non Solo Annunci,  alla rivista mensile poket Ciociaria da Vivere e ai quotidiani web IlCorriereDellaProvincia.it e TuNews24.it, aggiornatissimo portale d'informazione al quale verrà affiancata anche un'app per smartphone, per trasformare un innovativo progetto editoriale in un ambizioso esperimento web che affonda le proprie radici nell'informazione ma si prefigge di trattare molti altri temi e allargare le vedute oltre i confini e le barriere che oggi molte testate giornalistiche online si costruiscono intorno per barricarsi in un anacronistico tugurio d'autorevolezza. Poco costruttivo, poco democratico, poco Tu News 24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *